NIKON
NIKON

Microsoft-Activision: anche l’Antitrust del Regno Unito dice sì. Finalmente

Microsoft-Activision: anche l’Antitrust del Regno Unito (la CMA) dice sì. Finalmente. Si chiude così definitivamente la questione che ha tenuto banco dopo l’annuncio dell’operazione da 69 miliardi di dollari che risale al gennaio 2022 da parte del colosso di Redmond, per il suo sistema di gioco Xbox. L’acquisizione ha richiesto 20 mesi di battaglie con le autorità di regolamentazione nel Regno Unito e negli Stati Uniti, ma Microsoft ha chiuso l’accordo con Activision Blizzard dopo aver sconfitto la Federal Trade Commission in un tribunale federale statunitense e aver riorganizzato l’accordo per compiacere l’Autorità per la concorrenza e i mercati (CMA) in UK.

“Amiamo i giochi. Giochiamo, creiamo giochi e sappiamo in prima persona quanto il gioco significhi per tutti noi come individui e collettivamente, come comunità. E oggi diamo ufficialmente il benvenuto ad Activision Blizzard e ai suoi team su Xbox”, scrive il capo di Xbox Phil Spencer. “Come una squadra, impareremo, innoveremo e continueremo a mantenere la nostra promessa di portare la gioia e la comunità del gioco a più persone. Lo faremo in una cultura che mira a dare a tutti la possibilità di fare il proprio lavoro migliore, dove tutte le persone sono le benvenute, ed è incentrata sul nostro impegno costante verso il Gaming for Everyone”.

Microsoft-Activision: l’ok finale dell’Antitrust del Regno Unito

Dunque, la CMA (Competition and Markets Authority) ha autorizzato l’acquisizione da parte di Microsoft del publisher del videogioco Call of Duty dopo che l’accordo ristrutturato ha risolto le sue preoccupazioni precedenti. Infatti, Activision in agosto ha accettato di vendere i suoi diritti di streaming a Ubisoft Entertainment e Microsoft il mese scorso ha offerto rimedi per garantire che i termini della vendita fossero applicabili da parte dell’autorità di regolamentazione, alleviando alcune preoccupazioni residue. L’approvazione apre la strada a Microsoft per concludere l’accordo entro il 18 ottobre, dopo aver prorogato la scadenza di tre mesi a luglio per ottenere l’approvazione del Regno Unito. La ha affermato che la concessione di Microsoft sullo streaming è stata un “gamechanger”, aggiungendo che è stata l’unica agenzia garante della concorrenza a livello globale ad aver ottenuto questo risultato.  Si legge in una nota: “Il nuovo accordo impedirà a Microsoft di bloccare la concorrenza nel cloud gaming man mano che questo mercato decolla, preservando prezzi e servizi competitivi per i clienti  del Regno Unito”.

Microsoft ora prevede di aggiungere molti dei giochi Activision Blizzard a Xbox Game Pass. “Oggi iniziamo il lavoro per portare gli amati franchise di Activision, Blizzard e King su Game Pass e altre piattaforme”, afferma Spencer. “Condivideremo di più su quando puoi aspettarti di giocare nei prossimi mesi. Sappiamo che sei emozionato, e lo siamo anche noi”. Microsoft aggiungerà ora più di nove studi di gioco solo dal lato Blizzard ai suoi Xbox Game Studios, insieme a studi di giochi in più di 11 sedi per il lato King dei giochi mobili dell’acquisizione. Dopo l’acquisizione, anche Microsoft si è trasformata in una potenza editoriale, con oltre 8.500 dipendenti Activision che ora si uniscono a Microsoft.

NIKON
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP