meta
ims22

Prima di parlare delle novità di Facebook in merito alla privacy, vogliamo darvi un consiglio: non partecipate alla catena di Sant’Antonio che si sta verificato sul social in merito a presunte modifiche sulla gestione della privacy. Un lungo testo che invita a essere copiato e condiviso che proclama l’auto-affermazione dell’utente a non accettare le nuove norme. Posto che è un falso e che le informazioni presenti in questo testo sono finte, scorrette e irreali, la condivisione provoca solo il propagarsi di fake news e finte indicazioni. Anche perché c’è solo una cosa che regola il rapporto tra utente e Facebook: l’accordo di licenza di utilizzo della piattaforma. Questo fa testo, il resto sono frasi inutili e spesso banali, naif. Forse anche per evitare il diffondersi di queste falsità, Meta sta attivando una nuova e importante risorsa denominata Privacy Center, che sarà attiva attraverso le app e le piattaforme online, con cui gli utenti possono approfondire l’approccio alla privacy da parte di Facebook. Non solo, nelle patine di Privacy Center è possibile leggere la politica in merito alla gestione dei dati personali e imparare come utilizzare i controlli di privacy e sicurezza disponibili.

Schermata del Centro privacy su Meta

Privacy Center fungerà da hub per i controlli sulla privacy e sulla sicurezza che Meta (Facebook, Instagram e WhatsApp) ha introdotto di recente. Attualmente, la risorsa è composta da cinque diversi moduli che contengono guide pratiche e opzioni relativi ai vari argomenti trattati. I cinque moduli includono Sicurezza, Condivisione, Raccolta, Utilizzo e Annunci. Con il primo modulo, gli utenti possono apprendere come operano le funzioni di sicurezza dell’account e lo strumento di autenticazione a due fattori, oltre a imparare come il gigante della tecnologia “combatte lo scraping dei dati”.

Il pannello Condivisione fornisce informazioni sui post che si condividono, e con chi si condividono, insieme allo strumento Gestisci attività. La sezione Raccolta permette di accedere allo strumento “Accedi alle tue informazioni” e istruisce gli utenti sui tipi di dati raccolti da Meta. L’utilizzo offre informazioni su come e perché Meta utilizza i dati e consente agli utenti di gestire il modo in cui vengono utilizzate le loro informazioni. Con gli annunci, gli utenti possono utilizzare lo strumento Preferenze annunci per controllare gli annunci che vedono.

Privacy Center sarà disponibile in Impostazioni e Privacy sulla versione desktop di Facebook per coloro che hanno accesso alla fase iniziale di implementazione del pannello. Meta continuerà ad aggiungere più moduli e controlli alla risorsa e includerà ulteriori modi per accedervi in ​​”luoghi in cui potresti avere problemi di privacy”, come si legge nella documentazione ufficiale, al fine di aggiornare ed espandere Privacy Center secondo le esigenze degli utenti.