meta new york igizmo
Nintendo

Meta Platforms sta pianificando di chiudere uno dei suoi uffici a New York dopo aver ridimensionato i suoi piani di espansione in città, secondo persone che hanno familiarità con la questione interpellate da Bloomberg. La società sta esercitando la sua opzione di rescindere il contratto di locazione al 225 Park Ave. South a Manhattan, hanno affermato le fonti, che hanno chiesto di non essere identificate perché le informazioni erano private.

Meta ha consolidato la sua forza lavoro a New York, costruendo uffici a Hudson Yards e portando avanti i progetti per il Farley Building vicino alla Pennsylvania Station. Tuttavia, secondo quanto riportato da Bloomberg News, la società ha annullato alcuni dei suoi piani di crescita in città.

“Due venticinque Park Avenue South sono servite come un ottimo ponte per portarci ai nostri nuovi uffici a Hudson Yards e Farley”, ha detto lunedì la portavoce di Meta Jamila Reeves in una dichiarazione via e-mail. “Stiamo lavorando per assicurarci di fare investimenti mirati ed equilibrati per supportare le nostre priorità più strategiche a lungo termine”. Meta rimane “fermamente impegnata a New York e ancorando ulteriormente la nostra impronta locale”, ha aggiunto il portavoce di Meta.

La chiusura pianificata di New York arriva quando l’amministratore delegato di Meta Mark Zuckerberg cerca di apportare cambiamenti radicali, inclusa la riorganizzazione dei team e la riduzione del personale in azienda per la prima volta.

Meta e il blocco delle assunzioni

Meta congelerà le assunzioni e ristrutturerà alcuni team per ridurre le spese e riallineare le priorità, ha affermato Zuckerberg durante una sessione settimanale di domande e risposte con i dipendenti. La società con sede a Menlo Park, in California, sarà probabilmente più piccola nel 2023 rispetto a quest’anno, ha affermato, annunciando quello che sarebbe stato il primo importante taglio di budget dalla fondazione di Facebook nel 2004.

Meta ridurrà i budget nella maggior parte dei team, anche quelli in crescita, e i singoli team risolveranno come gestire le modifiche all’organico. Ciò potrebbe significare non ricoprire ruoli che i dipendenti lasciano, spostare le persone in altri team o lavorare per “gestire le persone che non hanno successo”, ha affermato Zuckerberg.

I tagli ai costi e il blocco delle assunzioni sono l’ammissione più cruda di Meta che la crescita dei ricavi pubblicitari sta rallentando in mezzo alla crescente concorrenza per attirare l’attenzione degli utenti. Oltre alle pressioni economiche, l’attività pubblicitaria dell’azienda, basata su un preciso targeting dei consumatori, ha perso parte del suo vantaggio a causa delle nuove restrizioni sulla privacy di Apple Inc. sul monitoraggio degli utenti iPhone. Inoltre, il rivale TikTok sta attirando gli utenti più giovani lontano dalla piattaforma Instagram di Meta.

Zuckerberg sta anche facendo una scommessa costosa sul metaverso, un futuro di realtà virtuale immersiva in cui immagina che le persone alla fine comunicheranno, uno sforzo che secondo lui perderà denaro per molti anni. Sempre che ci sia un punto di svolta nel metaverso e si trovi la “reason why”, per ora inesistente.