playit

Meta sta rinnovando il feed della app Facebook per dare la priorità alla “scoperta” di nuovi contenuti, invece dei post degli account seguiti dagli utenti, nel tentativo di dare uno stile nuovo e più accattivante all’ambiente del social network dopo l’exploit del suo concorrente che punta sui video virali in forma breve TikTok.

I dirigenti di Meta hanno espresso una maggiore urgenza negli ultimi mesi riguardo al potenziamento del flusso di contenuti del feed di Meta, simile al formato video breve di TikTok, che è stato particolarmente popolare tra gli utenti più giovani. “Home”, la scheda principale del feed di notizie di Facebook che gli utenti vedranno quando apriranno l’app, inizierà a presentare post popolari di account che gli utenti non seguono, inclusi rulli e storie, ha affermato Meta in una nota.

Facebook suggerirà post agli utenti con il suo sistema di ranking di apprendimento automatico e sta investendo nell’intelligenza artificiale (AI) per servire i contenuti consigliati, ha aggiunto.

Il suo feed di notizie esistente, con i post recenti di amici, pagine e gruppi che gli utenti scelgono attivamente di seguire, si sposterà in una nuova scheda separata chiamata “Feed”. Di fatto, dunque, si verifica un raddoppio del feed per Facebook: uno organizzato per popolarità del contenuto, l’altro in forma classica. I feed includeranno pubblicità, tuttavia, Meta ha confermato che non conterrà post suggeriti per l’utente.

Adam Mosseri, capo dell’app Instagram dell’azienda, ha annunciato a maggio i test di un’esperienza visiva più “immersiva” in stile TikTok, mentre l’amministratore delegato Mark Zuckerberg ha dichiarato agli investitori ad aprile che Meta stava facendo investimenti significativi nell’intelligenza artificiale e nell’apprendimento automatico per supportare il approccio “motore di scoperta”.

All’inizio di questo mese, il Chief Product Officer Chris Cox ha detto ai dipendenti che c’era un piano per aumentare di cinque volte il numero di unità di elaborazione grafica (GPU) nei suoi data center entro la fine dell’anno per fornire ulteriore potenza di calcolo per l’IA.