NIKON
NIKON

Mark Zuckerberg svela le novità di Meta Quest 3 e gli update di Quest 2

Il Meta Quest Gaming Showcase ha mostrato le novità nel mondo Quest, ma Mark Zuckerberg, ceo e fondatore di Meta (Facebook), non ha atteso un minuto di più per svelare il nuovo visore AR/VR. Così Zuckerberg ha presentato la nuova generazione di visori per la realtà virtuale e la realtà mista, che sarà disponibile nel corso di quest’anno. Si chiama Meta Quest 3 e offre una risoluzione più elevata, prestazioni superiori, un sistema rivoluzionario di tecnologia Meta Reality e un design più sottile ed ergonomico. Quest 3 sarà distribuito il prossimo autunno in tutti i Paesi in cui Meta Quest è attualmente supportato. Il prezzo base per il visore da 128 GB parte da 569,99 euro, con la possibilità di acquistare spazio di archiviazione aggiuntivo per chi lo desidera. Le altre novità relative a Meta Quest, dopo il Showcase, saranno spiegate il 27 settembre. Intanto, secondo Zuckerberg: “Quest 3 è il visore wireless all-in-one super potenziato che tutti aspettavano. Iscriviti per essere il primo a ricevere aggiornamenti su Meta Quest 3“.


Mark Zuckerberg non ha dubbti: “Quest 3 combina il nostro display dalla risoluzione più elevata con le ottiche pancake per assicurare la miglior resa di contenuto possibile. Per garantire la visualizzazione degli extra pixel, Quest 3 sarà il primo visore a presentare un chipset Snapdragon di nuova generazione, sviluppato in collaborazione con Qualcomm Technologies“. Il chipset Snapdragon di nuova generazione offre prestazioni grafiche due volte superiori rispetto alla precedente generazione di GPU Snapdragon di Quest 2; sarà possibile ottenere prestazioni più fluide e distinguere dettagli incredibilmente nitidi nei giochi più immersivi. Ulteriori dettagli sul chipset di Quest 3 saranno disponibili nel corso dell’anno. 

Su Quest 3, la tecnologia Meta Reality, “la migliore del settore”, permette di fondere il mondo fisico con quello virtuale. Queste nuove esperienze consentono di andare oltre all’attuale realtà mista, individuando e interagendo in modo intelligente con gli oggetti presenti nello spazio fisico. Così è possibile muoversi nella MR (realtà mista) con modalità naturali e intuitive, che prima erano difficilmente realizzabili. Il passthrough stereoscopico per la riproduzione dei colori ad alta fedeltà, l’innovativo apprendimento automatico e la percezione dello spazio consentono di interagire contemporaneamente con i contenuti virtuali e il mondo fisico, offrendo infinite possibilità da esplorare. Dice Zuckerberg: “Ora sarà possibile giocare con un gioco da tavolo virtuale sul tavolo della propria cucina con Demeo, decorare il proprio salotto con le opere realizzate nella realtà virtuale grazie a Painting VR o immergersi in un mondo completamente immersivo per fare cose che altrimenti non sarebbero state possibili. A voi la scelta”.

Continua il fondatore di Faebook: “Da quando abbiamo iniziato a distribuire gli elementi che costituiscono la realtà mista (MR) con la nostra Presence Platform alimentata dall’intelligenza artificiale, gli sviluppatori hanno sfruttato queste soluzioni per ripensare a cosa è possibile fare con un visore. Poi Quest Pro ha permesso di alzare la posta in gioco: è stato il primo dispositivo di VR e MR dotato di fotocamere ad alta risoluzione rivolte verso l’esterno con il passthrough stereoscopico per la riproduzione dei colori e di ottiche pancake che consentono di superare i limiti delle immagini più all’avanguardia. Ora Quest 3 fa un ulteriore passo in avanti con due fotocamere a colori RGB da 4MP, un sensore di profondità per una rappresentazione più accurata dello spazio di gioco e un numero di pixel in passthrough 10 volte superiore rispetto a Quest 2. Non vediamo l’ora di vedere che cosa inventeranno gli sviluppatori quando Quest 3 renderà Meta Reality disponibile a un numero sempre maggiore di persone, e a un prezzo inferiore”. In altre parole: Quest 3 è il visore destinato al mercato di massa che offre esperienze all’avanguardia di VR e MR  in un unico dispositivo, delineandosi come un vero e proprio modello di riferimento per i visori futuri.

“In breve, la nostra visione è consentire alle persone di muoversi attraverso tutte le realtà in modo intuitivo e piacevole”, ha dichiarato Mark Rabkin, Vice President per la VR, “andando oltre le classificazioni standard di ‘realtà virtuale’ e ‘realtà mista’ per offrire una gamma di esperienze di nuova generazione in grado di unire in modo fluido il mondo fisico e quello virtuale. Meta Reality offre sia la magia intensa e coinvolgente della VR sia la libertà e il piacere di rendere il mondo fisico più divertente e funzionale con la MR. Non vediamo l’ora di vedere cosa riusciranno a realizzare gli sviluppatori e i creator sulla piattaforma Quest quando le possibilità saranno infinite”.

Con un design delle ottiche più sottile del 40% rispetto a Quest 2, Quest 3 si delinea come un visore con un aspetto più elegante e comodo da indossare. Spiega Meta: “Abbiamo anche completamente riprogettato i controller Meta Touch Plus di Quest 3, rendendoli più snelli ed ergonomici. Grazie ai nostri progressi nella tecnologia di tracking, abbiamo eliminato gli anelli esterni, in modo che i controller sembrino un’estensione più naturale delle mani e occupino meno spazio. Abbiamo anche incluso il sistema di tecnologia tattile TruTouch, già presente nel controller Touch Pro, per consentire di percepire i movimenti come mai prima d’ora. Per un’esperienza ancora migliore ora è anche possibile passare ai controller Meta Quest Touch Pro completamente auto-tracciati. Inoltre, il tracciamento delle mani sarà supportato fin dall’inizio grazie a Direct Touch, che permette di interagire con gli oggetti virtuali solo con le mani, così da poter esplorare la realtà virtuale senza controller”.


Quest 3 è retrocompatibile con il catalogo di Quest 2, che include oltre 500 giochi, app ed esperienze di realtà virtuale (e non solo), con tante altre novità per la VR MR che stanno per essere rilasciate. Ciò significa che Quest 3 avrà fin da subito un catalogo di esperienze immersive tra i più ampi al mondo. Basta guardare sul Meta Quest Gaming Showcase per scoprire i nuovi giochi e gli aggiornamenti in arrivo sulla piattaforma Quest, con un’anteprima dell’avventura di punta AAA di Quest 3.

Ci sono novità che riguardano anche il Quest 2. Quando è arrivato sulle scene nel 2020, Meta Quest 2 ha cambiato il mondo della VR, inaugurando una nuova era nel settore del gaming, del fitness e in molti altri ambiti ancora. Quest 2 è ormai già uno degli strumenti più accessibili a livello economico per la VR e continua a migliorare sempre di più. A partire dal 4 giugno, il prezzo di Quest 2 scenderà a 349,99 euro per la versione da 128 GB e a 399,99 euro per quella da 256 GB, permettendo a un numero maggiore di  persone di accedere al mondo della VR all-in-one e al vasto catalogo di contenuti di Meta.

Col prossimo aggiornamento di software, Meta rinnoverà l’unità di elaborazione grafica (GPU o graphics processing unit) e l’unità centrale di elaborazione (CPU o  central processing unit) di Quest 2 e Quest Pro. Quest 2 e Quest Pro vedranno un aumento delle prestazioni della CPU fino al 26%, e un aumento della velocità della GPU fino al 19% per Quest 2 e fino all’11% per Quest Pro. Quando gli sviluppatori sfrutteranno questi aggiornamenti, si potrà sperimentare un gameplay più fluido, un’interfaccia utente più reattiva e contenuti più ricchi su entrambi i visori. Inoltre, stiamo abilitando il ridimensionamento dinamico della risoluzione (DRS) sia per Quest 2 che per Quest Pro, in modo che i giochi e le applicazioni possano avvalersi della maggiore densità di pixel senza perdita di frame.

Mentre Quest 3 stabilisce un nuovo standard per la realtà mista, per le attività di gaming immersive e per i visori della VR mainstream, Quest 2 rimane il mezzo più accessibile per la VR, e Quest Pro la migliore tipologia di visore per l’ambito lavorativo, grazie al sistema di tracking degli occhi e del viso per una resa più fedele delle proprie espressioni naturali durante le riunioni. Meta promette: “Continueremo a vendere Quest 2 e Quest Pro insieme a Quest 3, e continueremo a rilasciare nuovi aggiornamenti di software per migliorare ulteriormente  l’esperienza Meta Quest. Che si tratti di giocatori che vogliono portare l’azione nel proprio salotto come mai prima d’ora, di professionisti del mondo del lavoro che collaborano allineandosi su diversi fusi orari, di creator alla ricerca di strumenti innovativi o di cinefili che vogliono provare a “entrare” nei film che li appassionano, Quest ha qualcosa da offrire per tutti. Adesso grazie a Meta Quest 2 o Quest Pro, o più avanti nel corso dell’anno con Meta Quest 3, non vediamo l’ora di dare il benvenuto a un numero sempre maggiore di persone nella community di Meta Quest”.

NIKON
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC