airtag stalking
playit

Gli AirTag di Apple hanno inviato avvisi “fantasma” che stanno confondendo gli utenti di iPhone, secondo un articolo pubblicato dal Wall Street Journal. Gli AirTag, svelati da Apple nel 2021 e di cui abbiamo pubblicato la nostra video guida all’uso step-by-step, si sono arricchiti nel tempo da funzioni anti-stalking progettate per avvisare gli utenti quando un AirTag sconosciuto è stato rilevato sulla loro persona per un periodo di tempo prolungato. L’idea è di scoraggiare i malintenzionati a ricorrere ai tag per tracciare le persone senza il loro consenso.

Il WSJ riferisce che questi falsi allarmi si verificano generalmente nel cuore della notte e hanno iniziato a verificarsi nelle ultime settimane. Quando una persona riceve un avviso AirTag sconosciuto, dovrebbe vedere una mappa di accompagnamento che mostra dove e per quanto tempo è stato rilevato l’AirTag sulla sua persona. Questi falsi allarmi, tuttavia, sono affiancati da mappe raffiguranti diverse linee rette che si irradiano dalla posizione di una persona. Se avete incontrato un avviso AirTag sconosciuto, questo è molto insolito e sembra indicare un bug nel sistema.

Non è chiaro quanto sia diffuso questo particolare falso allarme, anche se questo non è l’unico tipo di falso allarme che un utente può sperimentare. In alcuni casi può accadere che testando le funzioni di sicurezza dell’AirTag, si venga ripetutamente informati che il proprio AirTag fosse in modalità “inseguitore”. Diversi utenti hanno segnalato un’esperienza simile su Reddit e altri social media. Allo stesso modo, altri utenti hanno segnalato di aver ricevuto avvisi confusi attivati ​​dai loro AirPods, un problema che Apple ha affrontato in un recente aggiornamento per differenziare meglio gli avvisi attivati ​​da vari accessori.

Nell’articolo del Wall Street Journal, gli utenti affermano che gli avvisi li mettono in difficoltà, in particolare quando non riescono a trovare alcun AirTag sulla loro persona. In un caso, un utente ha affermato di non essere in grado di forzare il presunto AirTag sconosciuto a riprodurre un suono e che l’app “Dov’è” restituiva l’avviso che AirTag era irraggiungibile. Questo è successo anche durante vari test anche se l’AirTag in questione era a pochi centimetri di distanza.

A seguito di numerose segnalazioni di stalking indesiderato all’inizio di quest’anno, a febbraio Apple ha dichiarato che intendeva introdurre funzioni sonore dedicate sugli AirTag sconosciuti ed enfatizzare i toni più forti sugli avvisi sonori. Apple sta attualmente implementando un aggiornamento del firmware etichettato 1.0.301.

Durante una recente indagine di The Verge, gli esperti di violenza domestica hanno affermato che troppi falsi allarmi potrebbero essere pericolosi, poiché gli utenti potrebbero diventare desensibilizzati agli avvisi AirTag intesi a tenerli al sicuro. Tuttavia, hanno anche sottolineato che ci sono sfide di progettazione che devono essere affrontate. Sebbene gli esperti concordino che l’attuale finestra di notifica non sia adeguata, accorciarla troppo potrebbe anche spaventare inutilmente le persone che non sono tracciate. Questo perché gli AirTag devono essere ancora in grado di identificare se sono stati piantati su una persona o se si trovano nelle vicinanze di quella persona. Sembrerebbe che questa recente serie di allarmi fantasma stia dimostrando giustificate le preoccupazioni sui falsi allarmi.