NIKON
NIKON

Le agevolazioni ai servizi mobili e fissi per disabili

L’Agcom con la delibera n. 251/23/CONS ha concluso la consultazione pubblica avviata con la delibera n. 36/23/CONS. Il provvedimento adottato modifica e integra la delibera n. 290/21/CONS, la quale stabilisce le agevolazioni economiche per utenti con disabilità per l’accesso alle offerte di connettività su rete fissa e mobile. Il provvedimento adottato, chiarisce che gli aventi diritto allo sconto del 50% da applicare alle offerte su rete mobile di cui al comma 1, dell’articolo 5, della delibera n. 290/21/CONS (un’offerta individuata in ciascuna delle tre fasce tra 20 Gigabyte e 50 Gigabyte, una superiore a 50 Gigabyte e una con traffico illimitato, tra quelle sottoscrivibili più commercializzate), sono anche i consumatori con disabilità (sordi, ciechi totali o parziali e disabili motori) di minore età. Non devono, pertanto, sussistere limitazioni in tal senso.

Per rendere attuativa la suddetta norma nei confronti dei minori con disabilità aventi diritto, il provvedimento consente, modificando la delibera n. 290/21/CONS, ai genitori/tutori, nel caso in cui le menzionate offerte agevolate fossero intestabili solo ai maggiorenni o comunque vi fossero limiti inferiori di età, di richiedere l’agevolazione per conto dei minori con disabilità su cui esercitano la potestà genitoriale. Questa previsione fa sì che, concretamente, i minori con disabilità possano accedere a tutte le offerte agevolate generalizzate previste ai sensi del comma 1, dell’articolo 5, della citata delibera n. 290/21/CONS (cosa che in alcuni casi ad oggi non era possibile).

Il provvedimento modifica, inoltre, la delibera n. 290/21/CONS stabilendo che gli operatori aggiungano alle offerte mobili con agevolazione per utenti con disabilità (quindi con lo sconto del 50%), di cui al precedente punto 1, un’offerta, tra quelle riservate ai minori laddove disponibili, conforme ai requisiti di cui alle Linee guida allegate alla delibera n. 9/23/CONS. In tal modo viene ampliato il novero delle offerte per i minori aventi diritto allo sconto.

Il grafico che segue mostra il numero di utenti con disabilità che hanno aderito, a partire da giugno 2017, alle agevolazioni regolamentate dall’Autorità.

In attesa del termine del periodo di sperimentazione dell’applicazione delle agevolazioni agli utenti con disabilità motoria (articolo 1, comma 1, della delibera n. 36/23/CONS), fissato al giugno 2024, sulla base dei dati forniti dagli operatori risulta che la percentuale di utenti sordi e ciechi che ha accesso alle agevolazioni (il 24,9% della potenziale platea) è sensibilmente superiore rispetto a quella degli utenti con disabilità motoria (pari all’1,7% dei potenziali destinatari).

Ciò può essere ricondotto al fatto le agevolazioni per sordi e ciechi sono applicate sin dal 2017 e che negli anni è stata data ampia pubblicizzazione delle stesse, mentre la sperimentazione per le gravi disabilità motorie è stata avviata ad aprile 2022, per cui è plausibile pensare che una quota degli utenti interessati non ne abbiano fatto ancora richiesta.

La Commissaria relatrice, Elisa Giomi ha dichiarato: “Si tratta di un provvedimento molto importante, innanzitutto perché estende anche ai minori in condizione di disabilità l’accesso alle offerte agevolate dei servizi di rete mobile già previste per le categorie adulte. Inoltre, in questa circostanza l’Autorità ha realizzato un’analisi di impatto della regolamentazione particolarmente efficace ed accurata, grazie alla quale è oggi disponibile un quadro completo con i dati delle agevolazioni di cui negli ultimi due anni hanno potuto beneficiare tutte le categorie di persone in situazione di disabilità e dei relativi mancati ricavi degli operatori che hanno fornito tali agevolazioni. Si tratta di una fotografia dettagliata che accompagna una misura socialmente rilevante, assunta dall’Autorità al fine di garantire il più ampio accesso agli strumenti di comunicazione, ispirandosi a criteri di parità e inclusività e per la quale va dato atto della disponibilità degli operatori delle telecomunicazioni”.

Per commentare questo articolo e altri contenuti di igizmo.it, visita la nostra pagina Facebook o il nostro feed Twitter.

Articolo correlato
Autore correlato