Fabrizio D'Amico, direttore generale Consorzio Ecolamp
ims22

È stata presentata a Roma la dodicesima edizione de “L’Italia del Riciclo”, il rapporto annuale sul riciclo e il recupero dei rifiuti realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Fise Unicircular e il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica e di Ispra. Il Rapporto ha confermato l’ottima posizione del nostro Paese nel riciclo dei rifiuti a livello europeo e la crescita costante in termini di quantità. E questo con tassi di riciclo da record europeo nel 2020: carta (87%), vetro (79%), plastica (49%;), legno (62%), alluminio (69%), acciaio (80%). Filo conduttore degli interventi è stata la nuova strategia nazionale per l’economia circolare, che sarà adottata entro giugno 2022. Un aggiornamento delle linee strategiche nazionali, incentrato su ecoprogettazione ed ecoefficienza, che intende definire i nuovi strumenti amministrativi e fiscali per potenziare il mercato delle materie prime seconde, la responsabilità estesa del produttore e del consumatore, supportare il raggiungimento degli obiettivi di neutralità climatica, definire una roadmap di azioni e di target misurabili di qui al 2040.

L’impegno di Ecolamp nel riciclo dei Raee

Nel corso dell’evento di presentazione, rispetto alla filiera dei Raee descritta dal Rapporto 2021, il presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi, ha evidenziato come la crescita consistente osservata nei consumi di apparecchiature elettriche ed elettroniche non risulti purtroppo compensata da una pari crescita della raccolta differenziata dei rifiuti elettrici ed elettronici, che ancora resta lontana dai target Europei di raccolta. Tra i soggetti che hanno dato il loro contributo per la realizzazione del rapporto “L’Italia del Riciclo 2021” c’è anche Ecolamp, specializzato nella raccolta e nello smaltimento Raee. “È stato un anno positivo, con dati di raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche in crescita. Manteniamo uno sguardo attento sul prossimo futuro e ai possibili interventi migliorativi che, anche nel nostro settore, potranno beneficiare della strategia nazionale per l’economia circolare e delle risorse dedicate a questi temi nell’ambito del PNRR. Il tutto per una crescita delle diverse filiere di gestione dei rifiuti nel nostro Paese”, ha commentato Fabrizio D’Amico, direttore generale di Ecolamp.