IWS21

Abbiamo incontrato Stefano Viganò, managing director di Garmin Italia, pochi giorni dopo la presentazione ufficiale della nuova serie di smartwatch dedicati allo sport e al fitness. Tra cui il Fenix 7 Solar di cui abbiamo pubblicato la video recensione in anteprima. Garmin è presente nel nostro paese ormai da più di cinque lustri, mentre la sua storia affonda le radici nella seconda metà degli anni ’80 in un garage negli Stati Uniti quando i due fondatori (dalla crasi dei cui nomi deriva il brand) hanno iniziato a costruire strumenti per l’aeronautica legati al Gps. Nel corso del tempo il ruolo e il numero di servizi, piattaforme, strumenti e device che fanno uso della geolocalizzazione è esploso. Basti pensare allo smartphone: il Gps è una delle risorse fondamentali per qualsiasi applicazione, compreso WhatsApp.

Garmin ha saputo sfruttare al massimo le potenzialità della geolocalizzazione per portare innovazione concreta e percepibile nella vita delle persone. Basti pensare ai navigatori satellitari per auto tanto in auge una decina di anni fa, e ancora oggi un tassello fondamentale del business per utilizzi specializzati (per esempio, a bordo di un camper), o ancora al reparto della nautica, i cui apparati di Garmin portano la connettività a bordo delle imbarcazioni con funzioni del tutto identiche, se non ancora più potenti, di quelle a cui si è abituati ad avere sul cruscotto della auto di nuova generazione. Ma il fiore all’occhiello dell’utilizzo del Gps è rappresentato dall’orologio: i modelli di Garmin per fitness e outdoor sono il “non plus ultra” per ampiezza di gamma e specializzazione delle funzioni. Da questi punti muove la video intervista a Stefano Viganò, che trovate qui di seguito.

Garmin: un’azienda fieramente multi-categoria

Per scoprire le tante sfaccettature in cui si declina il business di Garmin abbiamo chiesto a Viganò come si riesce a coniugare una proposizione così estesa. Che spazia dai wearable all’outdoor, dal fitness all’aeronautica, passando per il marine e l’automotive. Il brand è un “gigante” nei sistemi Gps che ha saputo, nel tempo, rinnovarsi, trasformarsi, evolvere e sfidarsi, per arrivare a portare innovazione e unicità in tutti i settori in cui opera. Per rendere la geolocalizzazione la base fondante di servizi innovativi per il fitness, lo sport, la navigazione, la mobilità e la salute personale.

I numeri descrivono sempre bene l’entità di un’azienda e la sua impronta nel mondo. In sintesi Garmin è rappresentato da questi dati:

  • 18mila dipendenti in 34 Paesi;
  • Fatturato 4,8 miliardi di dollari nel 2020 (il più recente anno disponibile), con una crescita rispetto a 3,9 miliardi di dollari nel 2019;
  • in Italia negli ultimi tre anni sono state registrate crescite annuali del 20% e un peso equivalente del 15-20% sul fatturato totale.

Le più recenti novità di prodotto di Garmin:

Garmin Fenix 7 Solar: recensione dello smartwatch che coniuga sport e lifestyle

Garmin fotografa il fitness: exploit di preferenze per il pilates

Garmin sbanca il Ces 2022 con Venu 2 Plus e Vivomove Sport

Come gli italiani usano i device digitali per acquisti, salute e tempo libero