Nintendo

Ha ragione Iliad quando scrive che “la rivoluzione” nel mercato “non conosce sosta”: nonostante un contesto sempre più competitivo e sfidante, nel primo semestre il gestore telefonico supera 9 milioni di utenze attive, fatturando 442 milioni di euro.

Questo risultato, secondo la spiegazione dell’operatore, è stato ottenuto “grazie ai valori che caratterizzano l’offerta”, ossia “qualità, trasparenza, semplicità“, fin dal principio. Vale a dire, da maggio 2018 l’azienda ha registrato 17 trimestri di leadership nel mercato mobile italiano in termini di incremento delle utenze attive: nel secondo trimestre 2022 circa 257.000 nuove utenze sono entrate in iliad, portando così il totale nel segmento mobile a circa 9,08 milioni totali al 30 giugno, pari ad una quota di mercato (escluse le sim M2M) superiore all’11,3%.

In crescita anche il fatturato, che rispetto al primo semestre 2021 è cresciuto del 15,4%, e l’EBITDAaL, che ha raggiunto nel semestre quota 87 milioni, rispetto ai 6 milioni del primo semestre 2021. Di pari passo, l’azienda rinnova ogni semestre il suo impegno in Italia, verso gli utenti (con tariffe fisse, per sempre, senza costi nascosti) e verso il sistema Paese, confermando il livello degli investimenti nel semestre intorno ai 200 milioni di euro (esclusi gli oneri per le frequenze), nonostante la congiuntura macroeconomica particolarmente complessa e sfidante. Gli investimenti hanno permesso di aumentare i nostri siti e offrire performance sempre migliori ai nostri utenti, sfruttando anche la tecnologia 5G, con particolare riferimento all’utilizzo della banda 700Mhz dallo scorso luglio, attivando migliaia di siti.

Il semestre appena trascorso, inoltre, è stato il primo con la commercializzazione della fibra di iliad, l’offerta in fibra ottica 100% FTTH che permette velocità in download fino a 5 Gbit/s e in upload fino a 700 Mbit/s svelata a fine gennaio. Le utenze fisse attive al 30 giugno sono 68.000: questo significa che in soli cinque mesi iliad ha conquistato circa il 2,2% di tutti gli utenti italiani che usano tecnologia FTTH. È un risultato molto soddisfacente, che premia la scelta fatta da iliad di offrire agli utenti solo connessioni Fiber-to-the-Home, la tecnologia del futuro. Con il costante aumento della copertura FTTH del Paese, sempre più utenti potranno usufruire della fibra chiara e tonda di iliad.

Per il Gruppo iliad il semestre si caratterizza per ottime performance che confermano la solidità del percorso di crescita di lungo periodo, riuscendo a tenere insieme innovazione, offerte generose e sviluppo di infrastrutture di rete di ultima generazione in tutti i Paesi in cui il gruppo opera. Rispetto al primo semestre dello scorso anno, il fatturato aumenta dell’8,1%, arrivando a 4,02 miliardi di euro, mentre l’EBITDAaL sale del 12,8%, raggiungendo 1,58 miliardi.