NIKON
TOPPS

ICQ chiude dopo 28 anni: addio alla prima chat

È stata la prima chat. È stato il primo social network. È stato anche il primo sito di incontri. Quando WhatsApp, Facebook, Tinder e via discorrendo non c’erano. ICQ, la storia piattaforma di comunicazione istantanea, chiuderà i battenti dopo 28 anni di onorato servizio. Segno dei tempi, si dirà, ma anche incapacità di trasformare e adeguare le funzioni dell’app da parte della società russa VK, che ha acquisito il servizio nel 2010, venerdì ha pubblicato un messaggio che dice semplicemente: “ICQ smetterà di funzionare dal 26 giugno” e invita gli utenti di passare alle sue altre soluzioni di chat.

ICQ era tra i primi servizi di messaggistica istantanea, come AOL Instant Messenger o MSN Messenger, che consentivano chat in tempo reale. Si differenziava dagli altre piattaforme perché assegnava agli utenti un numero che avrebbero utilizzato per connettersi tra loro, invece di alias o indirizzi email. Aveva anche funzionalità insolite come la messaggistica Sms e la possibilità di inviare messaggi a persone off-line. E, naturalmente, i nuovi messaggi erano identificati da un amichevole e invitante “Uh oh!” per le notifiche quando si riceveva un messaggio.

Tre screenshot dell'app ICQ per iOS.

ICQ è stata fondata nel 1996 dalla società israeliana Mirabilis, acquistata da AOL nel 1998. ICQ è cresciuto fino a raggiungere i 100 milioni di utenti registrati nel momento di massima diffusione, almeno secondo un comunicato del 2001 di Time Warner, che aveva acquistato AOL un anno prima in una fusione notoriamente destinata a fallire. AOL ha venduto il servizio a Digital Sky Technologies, la società proprietaria di VK, allora nota come Mail.ru, nel 2010.

La versione moderna di ICQ è stata progettata per funzionare come altre app di messaggistica, come WhatsApp o Telegram. Come si nota nell’immagine qui sopra presa da Internet Archive del marzo 2023 nell’ambito dell’elenco sull’App Store di iOS, poiché l’app apparentemente è scomparsa sia dallo store di Apple che dal Play Store di Google (e apparentemente lo è da mesi). Sembra che ICQ sia già stato abbandonato da tempo, forse VK ha solo reso ufficiale l’addio.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC