HUAWEI
PANTHEK

IA e diritto d’autore: Microsoft, GitHub e OpenAI contro la causa sul copyright violato con Copilot

Microsoft, GitHub e OpenAI chiedono a un tribunale federale degli Stati Uniti di respingere la denuncia di azione collettiva in cui si accusano le società di aver copiato il codice tutelato da copyright per costruire lo strumento Copilot basato sull’intelligenza artificiale di GitHub, come riportato in precedenza da Reuters. In un paio di documenti presentati al tribunale federale di San Francisco, GitHub e OpenAI di proprietà di Microsoft affermano che le affermazioni delineate nella causa non reggono. Lanciato nel 2021, Copilot sfrutta la tecnologia di OpenAI per generare e suggerire righe di codice direttamente all’interno dell’editor di codice di un programmatore. Lo strumento, che è addestrato sul codice disponibile pubblicamente da GitHub, ha suscitato preoccupazioni sulla possibilità che violi le leggi sul copyright subito dopo il suo rilascio.

La vicenda è letteralmente precipitata quando il programmatore e avvocato Matthew Butterick ha collaborato con il team legale dello studio legale Joseph Saveri per presentare una proposta di azione legale collettiva lo scorso novembre, sostenendo che lo strumento Copilot si basa sulla “pirateria del software su una scala senza precedenti”. Butterick e il suo team legale hanno successivamente intentato una seconda azione legale collettiva proposta per conto di due sviluppatori di software anonimi per motivi simili, che è la causa che Microsoft, GitHub e OpenAI vogliono archiviare.

Come notato nel deposito in tribunale, Microsoft e GitHub affermano che il reclamo “fallisce su due difetti intrinseci: mancanza di lesioni e mancanza di un reclamo altrimenti fattibile”, mentre OpenAI afferma allo stesso modo che i querelanti “sostengono tanti reclami che non riescono a invocare violazioni di diritti legali riconoscibili”. Le società sostengono che i querelanti si basano su “eventi ipotetici” per presentare la loro richiesta e affermano di non descrivere in che modo sono stati danneggiati personalmente dallo strumento.

“Copilot non copia nulla dal corpo del codice open source disponibile al pubblico”, affermano Microsoft e GitHub nel deposito. “Piuttosto, Copilot aiuta gli sviluppatori a scrivere codice generando suggerimenti basati su ciò che ha appreso dall’intero corpus di conoscenze raccolte dal codice pubblico”. Inoltre, Microsoft e GitHub sostengono che i querelanti sono quelli che “minano i principi dell’open source” chiedendo “un’ingiunzione e una manna multimiliardaria” in relazione al “software che condividono volentieri come open source”.

Nonostante le potenziali sfide legali che ostacolano gli strumenti basati sull’intelligenza artificiale, Microsoft ha promesso miliardi di dollari per estendere una partnership a lungo termine con OpenAI. Si dice anche che stia cercando di portare la tecnologia AI su Word, PowerPoint e Outlook e, secondo le informazioni che girano sul Web, vuole aggiungere il chatbot AI, ChatGPT, a Bing.

Con altre aziende che stanno esaminando anche l’intelligenza artificiale, Microsoft, GitHub e OpenAI non sono le uniche ad affrontare problemi legali legati all’uso dell’IA. A inizio anno, lo studio legale Butterick e Joseph Saveri ha intentato un’altra causa sostenendo che gli strumenti artistici di intelligenza artificiale creati da MidJourney, Stability AI e DeviantArt violano le leggi sul copyright cancellando illegalmente il lavoro degli artisti da Internet. Getty Images ha anche citato in giudizio Stability AI per aver affermato che lo strumento Stable Diffusion dell’azienda ha “illegalmente” prelevato immagini dal sito. E di recente è stata anche pubblicata una declinazione di IA che elimina il watermark dalle immagini protette da copyright “ricostruendo” le parti marchiate.

PANTHEK
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC