Campionati calcio
IWS21

I cinque principali campionati europei mostrano come le statistiche di serie A siano influenzate in ambito internazionale, soprattutto per quanto riguarda i tornei di Champions ed Europa League, dove quest’anno le italiane hanno fallito nuovamente, con l’unica eccezione rappresentata dalla Roma di José Mourinho per la prima edizione di Conference League. Negli ultimi anni solo la Juventus e l’Inter di Antonio Conte avevano ottenuto una finale in campo europeo, seppur con esito sempre negativo.

La cocente eliminazione dal mondiale del Qatar 2022

Anche alla luce della recente eliminazione dal Mondiale del Qatar 2022, l’Italia si trova a ricostruire ancora una volta tutto daccapo a cinque anni dall’ultimo fallimento nella competizione FIFA. Uno sguardo sui campionati europei più blasonati è sicuramente un buon punto di partenza per capire come migliorare il calcio italiano, partendo proprio dalle statistiche di Serie A che non solo mostrano reparti offensivi che non segnano tanto ma presentano troppi attaccanti stranieri protagonisti, segno che il calcio italiano è in declino.

Nella Serie A domina Immobile davanti a Martinez e Vlahovic 

Basta dare un’occhiata ai dati statistici inerenti alle scommesse calcio per trovare quello che è il reparto offensivo più forte del campionato di serie A 2021-2022. Si tratta dell’Inter di Simone Inzaghi con 78 reti realizzate in 36 gare e con la Lazio al secondo posto in questa speciale classifica con 72 reti totalizzate in 36 partite disputate. Tuttavia emerge un altro dato piuttosto significativo: quello delle rete realizzate da calciatori e in particolare da attaccanti stranieri. 

Stesso discorso per Milan, Napoli e Atalanta, che sono tra le migliori formazioni del campionato, per quanto riguarda il reparto offensivo, terzo attacco più forte del campionato.

Soltanto Immobile salva l’onore Azzurro e lotta contro Vlahovic e Martinez per lo scettro della classifica marcatori, il reparto offensivo della Lazio con 72 gol vince di gran lunga sull’attacco della Juventus che vanta 55 reti parziali, riferite alle prime 36 gare disputate.

Gli altri attaccanti italiani più prolifici del campionato di serie A

Gli attaccanti italiani più in forma del campionato di Serie A sono dopo Ciro Immobile, Berardi, Scamacca, Caprari, Joao Pedro, Caputo, Raspadori e Destro, questi sono arrivati tutti in doppia cifra o si apprestano a spuntare la seconda casella numerica per gol segnati ma in generale, gli attaccanti italiani sono pochi e segnano poco, a differenza di quanto accade negli altri campionati europei dove si segna molto di più.

Probabilmente il calcio italiano deve essere ricostruito partendo proprio dal reparto offensivo, l’inadeguatezza e l’incapacità di segnare sono stati i principali fattori che hanno condotto la Nazionale di Mancini all’esclusione amara per la seconda volta consecutiva nella storia Azzurra, ai Mondiali di calcio.

Il podio dei migliori reparti offensivi in Europa

Per leggere qualcosa di più strabiliante, bisogna dare un’occhiata alle statistiche di Bundesliga, Premier ed Eredivisie.

Attualmente il reparto offensivo più forte d’Europa (e probabilmente del mondo) è l’attacco del Bayern Monaco che ha segnato ben 95 reti in 33 gare di campionato. Il principale artefice di questo capolavoro statistico è sicuramente Lewandowski con i suoi 34 gol in campionato messi a segno nelle 33 gare, capocannoniere assoluto della Bundesliga.

Al secondo posto dei reparti offensivi più forti d’Europa c’è l’Ajax con 91 reti in 32 gare. In questo caso la distribuzione dei gol è più equilibrata ma spicca il capocannoniere di Eredivisie Haller con 29 reti realizzate nel torneo.

La classifica marcatori di Premier League

In Premier c’è il Manchester City che si gioca in primato con il Liverpool, i Reds hanno messo a segno 87 reti in 35 gare con un reparto offensivo strabiliante: Salah 22 reti, Diogo Jota 13 gol e Mane 12 volte a segno. L’attaccante egiziano è il probabile candidato alla vittoria della classifica marcatori anche se dovrà guardarsi fino all’ultima giornata da Cristiano Ronaldo a quota 18 e soprattutto da Son Heung-Mon a quota 20. 

Karim Benzema e lo scettro di miglior marcatore in Spagna e in Europa

Per quanto riguarda invece la Liga spagnola, il marcatore più prolifico del campionato 2021-2022 è Karim Benzema, con 26 reti, di cui 7 realizzate su calcio di rigore. Un numero che gli consente di tenere a debita distanza il diretto concorrente Aspas I. fermo invece a quota 17. C’è da sottolineare un dato per quanto riguarda il campione francese in forze al Real Madridi di Carlo Ancelotti. Con 15 reti realizzate (di cui 3 su calcio di rigore) Benzema sarà con grande probabilità anche il miglior marcatore di Champions League, anche perché gli unici rimasti in gioco sono Salah, Mané e Roberto Firmino del Liverpool. Salah tuttavia ha realizzato 8 gol ed è il miglior marcatore del Liverpool per la Champions League. Statisticamente e matematicamente improbabile che possa realizzare 7 reti in una sola gara, tenendo conto che si tratta proprio della finale contro il Real Madrid di Benzema. Stando ai dati acquisiti e confermati, Benzema con 43 reti in 43 gare tra campionato e coppe è il miglior marcatore europeo dell’anno.