NIKON
TOPPS

Humane, il Pin con IA che sostituirà lo smartphone

Humane ha presentato in anteprima il suo primo dispositivo: una spilla con IA. Tecnicamente si chiama AI Pin e negli Stati Uniti è stato oggetto di numerose speculazioni nei mesi passati dopo che il founder dell’azienda ne ha mostrato le capacità durante un Ted Talk. Ciò che Humane vuole fare passare è un concetto, piuttosto strombazzato, secondo cui questa smart spilla intelligente (ma non compatta) rappresenta l’evoluzione e la sostituzione dello smartphone. Però attraverso un device indossabile che costa 699 dollari e prevede un abbonamento mensile per operare. Praticamente un pager di nuova generazione che proietta sulla mano le informazioni e l’interfaccia di gestione. Perché ciò funzioni è necessario versare un canone di abbonamento di 24 dollari al mese oltre ad avere un collegamento web costante per operare con la IA di Microsoft e OpenAI.

Il Pin di Humane è un dispositivo quadrato che si aggancia magneticamente ai vestiti o ad altre superfici. La clip, però, è più di un semplice magnete; è anche un pacco batteria, il che significa che si può sostituire la batteria durante il giorno per mantenere il Pin in funzione. Il tutto è affidato al processore Qualcomm Snapdragon e utilizza una fotocamera, sensori di profondità e di movimento per tracciare e registrare l’ambiente circostante. Ha un altoparlante integrato, che Humane chiama “altoparlante personalissimo”, e può connettersi ad auricolari Bluetooth. 

Poiché non è presente uno schermo, Humane ha escogitato nuovi modi per interagire con il Pin. È pensato principalmente per essere un dispositivo vocale, ma c’è anche quel proiettore laser verde che abbiamo visto nelle demo, che può proiettare informazioni sulla mano. Si possono anche avvicinare gli oggetti alla fotocamera e interagire con il Pin tramite gesti, poiché da qualche parte sul dispositivo è presente un touchpad. Il Pin non registra sempre o addirittura ascolta una parola di attivazione, ma richiede invece di attivarlo manualmente in qualche modo. Ha una “spia” che lampeggia ogni volta che il Pin sta registrando. L’abbonamento Humane da 24 dollari al mese include un numero di telefono e traffico dati tramite T-Mobile.

Il sistema operativo del Pin si chiama Cosmos e, invece di funzionare come una raccolta di app, Humane sembra immaginare un sistema più fluido in grado di richiamare varie IA e altri strumenti quando se ne ha bisogno. Sembra un po’ il sistema di plugin di ChatGPT: non è un caso che il Pin è alimentato da GPT-4. C’è una funzione che riassume il contenuto della casella di posta elettronica, ma il Pin di Humane può anche tradurre le lingue e identificare gli alimenti per fornire informazioni nutrizionali. È disponibile il supporto per lo streaming musicale di Tidal, che coinvolge un “AI DJ” che sceglie la musica in base al contesto. Offre anche funzionalità fotografiche incentrate sull’intelligenza artificiale. Humane intende chiaramente che il Pin sia un dispositivo indossabile autonomo e semplice, ma esiste un modo per gestire il dispositivo: uno strumento chiamato Humane.center, dove si configura e personalizza il device prima di iniziare a indossarlo.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC