PURO
PURO

Malta, un digital hub del gaming proiettato al futuro 

C’è un’isola nel Mar Mediterraneo capace di guardare al futuro prima di tutti gli altri, di scommettere su settori un tempo sconosciuti, di anticipare le mosse e di vestirsi da pionieri. Malta, per il gaming, è tutto questo. È un luogo in cui innovazione e investimenti viaggiano a una velocità diversa, creando così opportunità lavorative, economiche e tecnologiche. 

Non è un caso, quindi, se nel 2022 si è arrivati a festeggiare i primi 20 anni dell’industria del gioco e dell’intrattenimento, un traguardo storico per una piccola economia come quella maltese. Di questo si è parlato all’evento “20 Years of iGaming in Malta: are we at a crossroad”, un momento di riflessione e di incontro che proprio grazie alla sua domanda, “siamo ad un bivio?”, permette di interrogarci sul futuro di questa industria. 

Un’industria che non deve essere data per scontata e che, anzi, deve essere sostenuta. I presupposti, infatti, ci sono tutti: a Malta esiste un buon impianto normativo per il gambling, le società maltesi sono aperte agli altri Stati grazie a licenze estere, l’ambiente fiscale è competitivo e il mercato B2B promette ottime stime di crescita. È per questo che nell’industria del gioco online molti siti di scommesse hanno base proprio a Malta, un’isola che offre vantaggi fiscali e burocratici da non sottovalutare e che rappresentano un volano per tutto il settore.

Ma non c’è solo l’aspetto normativo a fare di questa isola un hub del gaming. C’è soprattutto una propensione alla tecnologia, all’innovazione e al futuro che non ha paragoni. Lo dimostra, infatti, l’attenzione alle start up, come dimostra lo Start Up Village proposto ogni anno da Sigma, che offre a 100 aziende emergenti la possibilità di proporre le proprie soluzioni e portare le loro idee ad un pubblico sempre più vasto. È così che Malta diventa un hub giovane e internazionale, ma anche diverso, inclusivo, votato al futuro. 

Con queste parole lo descrive Ivan Filletti, CEO di Gaming Malta, che citando il Ministro dell’Economia maltese, Schembri, parla di questa Nazione come della Silicon Valley dell’Industria del Gaming. “Il nostro settore è fortemente basato sulla tecnologia e sui dati – ha spiegato in occasione del meeting iGaming Next Valletta – e questo rappresenta un fronte in continuo cambiamento, da non sottovalutare, poiché in grado di aprire sempre nuovi scenari. Per esempio, parlando di Malta si è sempre detto che è un Paese piccolo: ma se guardiamo alle nuove sfide, per esempio, le dimensioni nulla contano nel metaverso”.

Nel mondo del web e del digitale, infatti, non conta essere una grande nazione, con un territorio sconfinato e un’economia vastissima. Conta avere le idee giuste, i progetti ideali per cavalcare il futuro. Così Malta, all’inizio degli anni Duemila, ha saputo scommettere sul gaming e sulla filiera del gioco d’azzardo pubblico e legale, creando una grande opportunità per tutti i suoi lavoratori e attirando ogni anno investimenti da tutto il mondo. L’idea giusta per aprirsi al domani, a suon di tecnologia e digitale. 

PURO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC