honor magic4 pro review igizmo
playit

Nuova collaborazione nel segno della creatività per Honor, che annuncia ufficialmente la partnership con gli studenti dell’Area Media Design and New Technologies di Naba, Nuova Accademia di Belle Arti. Un’intesa, quella raggiunta, che ancora una volta ribadisce il costante avvicinarsi costante di Honor al mondo della videografia e della cinematografia. Infatti, grazie al nuovo flagship Honor Magic4 Pro (che abbiamo testato in questa recensione), gli utenti hanno avuto l’opportunità di girare contenuti di altissima qualità, grazie a una camera all’avanguardia capace di creare girati e cortometraggi dalle sfumature professionali. Per progetti all’insegna di “The Power of Magic”.

La partnership con Naba all’insegna di “The Power of Magic”

La partnership tra Honor e Naba prevede l’ideazione e la realizzazione da parte degli studenti dell’Accademia di progetti videografici e relativi scatti fotografici di backstage utilizzando il nuovo Honor Magic4 Pro e sfruttando le sue massime potenzialità. 

Ogni progetto tra quelli presentati ha messo in luce alcuni degli aspetti peculiari della fotocamera di Honor Magic4 Pro, sfruttando almeno una delle numerose features tecnologiche ed esplicitando l’avanguardia delle componenti che formano questo nuovo smartphone. 

Obiettivo ultimo dell’iniziativa è quello di rappresentare il concetto di “The Power of Magic” attraverso un’interpretazione personale in grado di raccontare la magia del quotidiano partendo proprio dalla visione degli studenti del Triennio in Cinema e Animazione dell’Accademia. 

I partecipanti del concorso sono stati coinvolti direttamente nell’ideazione e nella produzione di questi progetti, con la supervisione del regista e docente Naba Samuele Romano e di Stefania Carbonara, Media Design and New Technologies Area Academic Assistant. 

honor magic4 pro full spec imaging igizmo

I progetti video degli studenti Naba filmati con Honor Magic4 Pro che parteciperanno al concorso internazionale “Magic Moments”

Ancora una volta, dunque, Honor ha scelto di farsi portavoce di “The Power of Magic” mettendo in primo piano il connubio tra i giovani talenti, oggi rappresentati dagli studenti Naba e un supporto tecnologico all’avanguardia, creato per regalare una user experience tanto semplice quanto performante. 

I lavori che hanno partecipato al progetto sono stati anche candidati al concorso internazionale “Magic Moments” di Honor. 

Di seguito le proposte più interessanti che avranno la possibilità di sviluppare l’idea sottoposta creando un contenuto video professionale e di alta qualità. 

  • Elena Chiocchini e Selin Zaimova con Blooming: un progetto che vede come protagoniste alcune figure floreali riprese utilizzando la tecnica dello “stop motion”. 
  • Tommaso Mazzarini e Vesellin Nedelchev che con 4th Wall breaking Concept raccontano il ruolo primario degli smartphone nella vita di tutti i giorni partendo da un riferimento di una serie pubblicitaria americana. 
  • Bruno Barisic e Ines Graca sono invece gli autori di Liberté, un progetto che si fa portavoce del potere della magia, in questo lavoro declinato nel mare della Croazia. 
  • Aikaterini Ninioum infine, con The Power of Magic Radiant Dream raffigura il sogno e il surreale come elementi “magici”.