Gianluca Di Pietro Hisense PED
ims22

Seduto di fianco a noi, il sorriso si allarga e gli occhi guizzano sulla terrazza dove sta per essere servito un pasto semplice ma gustoso. Gianluca Di Pietro, amministratore delegato di Hisense Italia, è orgoglio puro: “Abbiamo chiuso il 2021 con un fatturato in crescita del 53% rispetto all’anno precedente, conquistando quote, margine e sell-out in tutte le divisioni in cui siamo presenti: Tv, grandi elettrodomestici e aria condizionata, che si è aggiunta di recente ma che ci vede già al quarto posto come market share (e stiamo per raggiungere il terzo). È giunto il momento di aprire un nuovo segmento: quello dei piccoli elettrodomestici (Ped o Sda)”. Svelato il motivo dell’incontro ristretto e a porte chiuse. Per l’azienda si tratta di un ulteriore fondamentale step di sviluppo del business. Continua Di Pietro: “Sono stati due anni molto generosi per la consumer electronics e noi abbiamo saputo cogliere tutte le opportunità offerte dal mercato. Stiamo attraversando un momento storico molto importante per Hisense in Italia, perché da un lato dobbiamo consolidare quanto costruito finora e dall’altro siamo chiamati a completare le line-up di prodotto. Il piccolo elettrodomestico rientra in quest’ultima strategia”.

Gianluca Di Pietro, amministratore delegato di Hisense Italia

Per la verità, Hisense aveva già iniziato a cimentarsi del Ped tra la fine del 2021 e l’inizio di quest’anno. L’incontro di oggi è l’ufficializzazione, accompagnata anche dalle parole ufficiali del brand: “Hisense annuncia oggi l’apertura sul mercato italiano della divisione Small Domestic Appliance (SDA). Già affermata nel mondo della climatizzazione, del bianco, dei TV e del built-in, l’azienda entra in questo modo nel settore del piccolo elettrodomestico, con l’obiettivo di offrire un portfolio di prodotti sempre più ricco”.

Ancora Di Pietro, sorridente, ci spiega lo scenario in cui si innesta questo debutto: “Ci interessa entrare nel Ped per due motivi: da una parte il forte background acquisito negli elettrodomestici, quindi andiamo a completare il grande con il piccolo; dall’altra è importante raggiungere il consumatore con una nuova serie di prodotti, ampliando la superficie di conoscenza e di ingaggio nei confronti di Hisense. Il nostro intento è replicare quanto già fatto in passato nelle altre categorie in cui siamo presenti, ossia impostare una crescita graduale ma costante e sana anche nel segmento small domestic appliance. Senza dimenticare che continuare a incrementare la brand awareness rimane uno dei nostri obiettivi principali in Italia”.

Hisense, una nuova divisione per intercettare il consumatore finale

Alla base della nascita di questa nuova divisione c’è la particolare attenzione di Hisense verso il consumatore finale e le sue esigenze. Infatti, garantire un’esperienza di acquisto completa, che consideri anche il piccolo elettrodomestico, rappresenta un elemento decisivo all’interno del customer journey, consentendo di rafforzare ulteriormente il legame dell’azienda cinese con i propri utenti.

Un’ulteriore spinta decisiva per l’apertura di questa Business Unit è stata l’acquisizione di Gorenje, marchio con oltre 70 anni di esperienza, conosciuto non solo per i classici grandi elettrodomestici tecnologicamente sofisticati, ma anche per i piccoli prodotti per la cucina dal design accattivante. Grazie al know-how acquisito e sfruttando il solido legame con retail e online come canali di distribuzione, l’obiettivo di Hisense è quello di partire già quest’anno in questo nuovo settore per arrivare al pieno regime nel 2023.

Ancora Gianluca Di Pietro, amministratore delegato di Hisense Italia: “L’apertura della divisione SDA rappresenta un significativo passo in avanti nella nostra visione del futuro e per il posizionamento della nostra azienda a livello nazionale. In linea con il nostro DNA, anche per questa nuova Business Unit l’obiettivo sarà quello di offrire al consumatore finale prodotti di qualità elevata, ma mantenendo sempre un prezzo estremamente competitivo”.

Osservando la “carica” emotiva e professionale del manager, diventa impossibile non chiedere quali ambizioni ci sono in questa nuova avventura: “L’ipotesi è mantenere una di crescita tale da raggiungere nel medio periodo una quota di mercato intorno al 5% nei piccoli elettrodomestici. Per quanto riguarda Hisense, contiamo di chiudere il 2022 con un trend che permetta di fatturare dal 20% al 25% in più rispetto al giro d’affari del 2021”.

La gamma di piccoli elettrodomestici del brand e il team dedicato

Scendendo nel particolare, tra le categorie di prodotto già disponibili nel Ped figurano i modelli di aspirapolvere cordless in grado di offrire efficienza elevata, maggiore autonomia e silenziosità grazie all’impiego di motore inverter; di friggitrice ad aria per una cottura sana con programmi di cottura automatici e di microonde, con funzionalità di cottura combinata e con funzione Airfryer.

In particolare, gli aspirapolvere sono di tipo ciclonico, hanno prezzi tra 199 e 329 euro e offrono una dotazione completa di accessori di serie. Nel modello flagship si trova anche la luce led per individuare le particelle mentre si pulisce, il tubo flessibile e il motore inverter da 400 watt con un’ora di autonomia.

Per quanto riguarda i microonde, la line-up si snoda in un posizionamento tra circa 100 euro e 349 euro. Anche in questo caso il top di gamma offre un insieme completo ed esaustivo di funzioni, tra cui la capacità di 30 litri e la cottura ad aria calda simulando una sorta di “airfryer”. Il modello di base dispone di capacità di 20 litri e già della possibilità di eseguire in automatico preparazioni in sequenza.

La nuova divisione avrà un team totalmente dedicato, destinato a crescere ulteriormente grazie alle ottime prospettive di sviluppo di questa Business Unit. Punti di riferimento di questa squadra saranno Marco Muci, Product Manager per il mercato Home Appliances di Hisense Italia dal 2019, e Luca Zanin, SDA & AC Sales Manager Retail Channel, entrato in azienda nel 2021 e che porterà in questa nuova avventura tutta la sue esperienza acquisita nel mondo dell’elettronica di consumo.

Hisense alla prova di un “caldo” 2022

I prossimi mesi saranno molto importanti per Hisense, in un anno che si è aperto con l‘apertura della divisione B2B. Si vocifera di grandi novità in arrivo e Di Pietro non ne fa mistero: “Stay tuned! Vi stupiremo”. Intanto continuano a essere sviluppati progetti con il canale trade dei punti vendita, fondamentale tanto quanto quello online (con Amazon il brand vanta una partnership forte anche perché fondata sull’outsourcing della logistica). Nei negozi continueranno a essere aggiunti corner di ampia superficie per rappresentare al meglio la brand identity. Hisense li chiama “flaghisp store” ma sono di fatto dei store-in-store dove è possibile vedere, toccare e “vivere” l’entusiasmo dell’azienda.