playit

Il tema di fondo dell’evento virtuale Google Search On è stata l’intelligenza artificiale. Ormai è il “fil rouge” che anima le innovazioni. Ma Big G ha un posto di prioritaria e unica importanza in questo segmento, perché è stato il primo a massificare la IA attraverso il motore di ricerca, Gmail, le app, Android e a estendere e amplificare questa piattaforma in ogni contesto in cui opera. Dunque, se Google parla di IA è un po’ come se Lewis Hamilton parlasse di motorsport o Pelè di calcio. Il fatto, per di più, è che la società di Mountain View non è solo stata pioneristica nel machine learning e nell’intelligenza artificiale, ma ha anche continuato a rilanciare, a migliorarsi, a perfezionarsi, ad attuare innovazioni che superassero i traguardi raggiunti.

Search On è il massimo livello di espressione di un percorso quasi ventennale e che negli ultimi dieci anni ha completamente cambiato il modo di interagire con i dispositivi, siano essi smartphone, tablet, computer, Tv o automobili.

Non è un caso che proprio Google lo sottolinei durante Search On: “Oggi ci sono più informazioni accessibili a portata di mano delle persone che in qualsiasi momento della storia umana. E i progressi nell’intelligenza artificiale trasformeranno radicalmente il modo in cui utilizziamo tali informazioni, con la capacità di scoprire nuove intuizioni che possono aiutarci sia nella nostra vita quotidiana sia nei modi in cui siamo in grado di affrontare complesse sfide globali”.

Così con Search On sono stati svelati nuovi modi per sfruttare al massimo alcune delle tecnologie di Google, per offrire “alle persone nuovi modi per cercare ed esplorare le informazioni in modi più naturali e intuitivi”. Anche in continuità con quanto svelato alla conferenza per gli sviluppatori Google I/O, nella quale è stato annunciato “di aver raggiunto un traguardo fondamentale” per la comprensione delle informazioni con Multitask Unified Model, o MUM in breve.

Finora Mum è stato sperimentato per rendere i prodotti di Google più utili e consentire modi di ricerca completamente nuovi. Ora è giunto il momento di vedere come si svilupperà questa piattaforma: “Nei prossimi mesi, introdurremo un nuovo modo di eseguire ricerche in modo visivo, con la possibilità di porre domande su ciò che si vede. Ecco un paio di esempi di ciò che sarà possibile con Mum”.

Con questa nuova funzione è possibile toccare l’icona dell’obiettivo quando guardi l’immagine di una maglietta e chiedere a Google di trovare lo stesso modello, ma su un altro capo di abbigliamento, come i calzini. Questo aiuta quando si sta cercando qualcosa che potrebbe essere difficile da descrivere con precisione con le sole parole. Si potrebbe digitare “calzini vittoriani floreali bianchi”, ma il risultato trovato non sempre rispetta il modello esatto che si vuole e si sta cercando. Combinando immagini e testo in un’unica query, Google semplifica la ricerca visiva ed esprimiamo le domande in modi più naturali.

Alcune domande sono ancora più complicate: la bici ha una cosa rotta e hai bisogno di una guida su come ripararla. Invece di esaminare attentamente i cataloghi delle parti e poi cercare un tutorial, la modalità di ricerca point-and-ask rende più facile trovare la soluzione esatta in un video.

Un’esperienza di ricerca ridisegnata secondo Google

Google ha anche annunciato come sta applicando i progressi dell’IA come MUM per riprogettare la Ricerca Google. Queste nuove funzionalità sono i più recenti passi adottati per rendere la ricerca più naturale e intuitiva. Scrive Google in occasione di Search On:

Per prima cosa stiamo semplificando l’esplorazione e la comprensione di nuovi argomenti con “Cose da sapere”. Diciamo che vuoi decorare il tuo appartamento e sei interessato a saperne di più sulla creazione di dipinti acrilici.

Se cerchi “pittura acrilica”, Google capisce come le persone in genere esplorano questo argomento e mostra gli aspetti che è probabile che le persone guardino per primi. Ad esempio, possiamo identificare più di 350 argomenti relativi alla pittura acrilica e aiutarti a trovare la strada giusta da intraprendere.

Lanceremo questa funzione nei prossimi mesi. In futuro, MUM sbloccherà approfondimenti più approfonditi che potresti non aver saputo cercare, come “come realizzare dipinti acrilici con articoli per la casa” e ti connetterà con contenuti sul Web che altrimenti non avresti trovato.

In secondo luogo, per aiutarti a esplorare ulteriormente le idee, stiamo semplificando lo zoom avanti e indietro di un argomento con nuove funzionalità per perfezionare e ampliare le ricerche.

In questo caso, puoi imparare di più su tecniche specifiche, come il versamento di pozzanghere o lezioni d’arte che puoi seguire. Puoi anche ampliare la tua ricerca per vedere altri argomenti correlati, come altri metodi di pittura e pittori famosi. Queste funzionalità verranno lanciate nei prossimi mesi.

Terzo, stiamo semplificando la ricerca di ispirazione visiva con una pagina dei risultati sfogliabile di nuova concezione. Se il versamento di pozzanghere ha attirato la tua attenzione, cerca “idee per pittura con colata” per vedere una pagina visivamente ricca di idee provenienti da tutto il Web, con articoli, immagini, video e altro che puoi facilmente scorrere.
Questa nuova pagina dei risultati visivi è progettata per le ricerche in cerca di ispirazione, come “Idee per la decorazione di Halloween” o “Idee per giardini verticali interni” e puoi provarla oggi.

Nuova vita dai video

Google sfrutta già sistemi avanzati di intelligenza artificiale per identificare i momenti chiave nei video, come il tiro vincente in una partita di basket o i passaggi di una ricetta. A partire da Search On compie un ulteriore passo avanti, introducendo una nuova esperienza che identifica gli argomenti correlati in un video, con collegamenti per approfondire facilmente e saperne di più.

Utilizzando MUM, è persino possibile mostrare argomenti correlati che non sono esplicitamente menzionati nel video, in base alla comprensione avanzata delle informazioni nel filmato. Nell’esempio qui di seguito, mentre il video non dice le parole “storia della vita del pinguino di maccheroni”, i sistemi di Big G capiscono che gli argomenti contenuti nel video si riferiscono a questo argomento, ad esempio il modo in cui i pinguini di maccheroni trovano i loro familiari e affrontano i predatori. La prima versione di questa funzione verrà lanciata nelle prossime settimane e aggiungeremo ulteriori miglioramenti visivi nei prossimi mesi.

Un Google più utile

Continua Big G: “Tuttavia, gli aggiornamenti che annunciamo oggi non finiscono con MUM. Stiamo anche semplificando gli acquisti dalla più ampia gamma di commercianti, grandi e piccoli, indipendentemente da ciò che stai cercando. E stiamo aiutando le persone a valutare meglio la credibilità delle informazioni che trovano online. Inoltre, per i momenti che contano di più, stiamo trovando nuovi modi per aiutare le persone ad accedere a informazioni e approfondimenti”.

I numeri della Search sono impressionati: ogni giorno sono inviati visitatori a oltre 100 milioni di siti Web diversi e ogni mese Google mette in contatto le persone con più di 120 milioni di attività commerciali che non dispongono di siti Web, consentendo chiamate telefoniche, indicazioni stradali e traffico pedonale locale.

Search On rinnova anche Google Maps

Con la tecnologia AI di Google e le informazioni sulla mappatura, le persone e le organizzazioni di tutto il mondo possono accedere a informazioni utili e affidabili necessarie per fare progressi nell’affrontare sfide globali come il cambiamento climatico. A Search On, Google presenta nuove funzionalità di mappatura che aiutano a mantenere le comunità più sicure, più sostenibili e rilevabili, indipendentemente da dove si trovino nel mondo.

Con il cambiamento climatico, gli incendi stanno diventando sempre più comuni in molte parti del mondo. L’anno scorso Google ha lanciato una mappa dei confini degli incendi alimentata da dati satellitari per aiutare le persone negli Stati Uniti a comprendere facilmente le dimensioni approssimative e la posizione di un incendio, direttamente dal proprio dispositivo.

Partendo da questo, Google sta raccogliendo tutte le informazioni sugli incendi di Google e lanciandole a livello globale con un nuovo livello su Google Maps. Con il livello Wildfire, si possono ottenere dettagli aggiornati su più incendi contemporaneamente, consentendoti di prendere decisioni rapide e informate durante i periodi di emergenza. Basta toccare un indicatore sulla mappa per vedere i collegamenti disponibili alle risorse dei governi locali, come siti Web di emergenza, numeri di telefono per assistenza e informazioni e dettagli sull’evacuazione. Quando disponibili, puoi anche vedere dettagli importanti sull’incendio, come il suo contenimento, quanti acri sono bruciati e quando tutte queste informazioni sono state riportate l’ultima volta.

Il livello degli incendi inizierà a essere distribuito a livello globale per gli utenti questa settimana su Android, con iOS e desktop in arrivo a ottobre e mostrerà la maggior parte degli incendi principali che causano evacuazioni significative. Negli Stati Uniti, il livello si espanderà per includere più incendi grazie ai dati del National Interagency Fire Center (NIFC). Abbiamo in programma di espandere questo livello di dettaglio a più paesi, a partire dall’Australia, nei prossimi mesi.

Tree Canopy Insights si espande in 100 nuove città

Città di tutto il mondo ci hanno detto che può essere difficile stabilire obiettivi concreti di azione per il clima quando non hanno accesso a informazioni affidabili e affidabili. Ecco perché nel 2022 Google espanderà l’Ambiente
Strumento Insights Explorer (EIE) Tree Canopy da 15 città degli Stati Uniti a oltre 100 nuove città in tutto il mondo, in luoghi come Guadalajara, Londra, Sydney e Toronto.

Il Tree Canopy Insights utilizza immagini aeree e capacità avanzate di intelligenza artificiale per identificare i luoghi in una città che sono a maggior rischio di sperimentare temperature in rapido aumento. Questi luoghi, noti come isole di calore, hanno un impatto sproporzionato sulle comunità a basso reddito e contribuiscono a una serie di problemi di salute pubblica, dalla scarsa qualità dell’aria alla disidratazione. Con i dati di Tree Canopy, i governi locali hanno libero accesso a informazioni su dove piantare alberi per aumentare l’ombra, ridurre il calore e mitigare questi effetti negativi.

I dati di Tree Canopy, sperimentati per la prima volta a Los Angeles, sono diventati una parte fondamentale dell’obiettivo a lungo termine della città di aumentare l’ombra degli alberi di almeno il 50% entro il 2028. Scopri di più su come altri governi locali prevedono di utilizzare i dati di Tree Canopy Lab quest’anno.

Assegnazione di indirizzi su larga scala con Address Maker

Oltre ad aiutare le città con iniziative ambientali, Google Maps sta anche aiutando i governi e le ONG a fornire indirizzi a persone e imprese in tutto il mondo. Diversi miliardi di persone non hanno ancora un indirizzo, il che rende difficile fare cose che molte persone danno per scontate, come votare, aprire un conto in banca, fare domanda per un lavoro o semplicemente ricevere un pacco. Con la nostra nuova app gratuita Address Maker, queste organizzazioni possono ora utilizzare il nostro sistema open source chiamato Plus Codes per creare indirizzi univoci e funzionanti su larga scala, direttamente da un’app Android.

In precedenza, la creazione di indirizzi per un’intera città o villaggio poteva richiedere anni. Ma con Address Maker, gli indirizzi Plus Code possono essere facilmente generati su larga scala, riducendo questo tempo a poche settimane, aiutando le comunità sotto-indirizzate a raggiungere rapidamente la mappa, riducendo anche i costi. Address Maker garantisce che le organizzazioni possano assegnare facilmente indirizzi e aggiungere strade mancanti, il tutto assicurandosi che funzionino perfettamente nelle API di Google Maps e Maps. I governi e le ONG in Gambia, Kenya, India, Sud Africa e Stati Uniti stanno già utilizzando Address Maker, con altri partner in arrivo. Se fai parte di un governo locale o di una ONG e pensi che Address Maker possa aiutare la tua comunità, contattaci qui g.co/maps/addressmaker.