ELECTROLUX
ELECTROLUX

Google si ravvede: Gemini Nano anche su Pixel 8

La decisione iniziale di Google di distribuire l’intelligenza artificiale di Gemini Nano solo sui Pixel 8 Pro non ha reso moto contenti i consumatori. Così ecco che Big G, da grande azienda quale è, torna sui suoi passi e ha confermato che anche i possessori di Pixel 8 potranno contare sulle doti di Gemini Nano. Ma questo non sarà qui prima dell’inizio dell’estate.

Google ha confermato che porterà il suo LLM su Pixel 8, che è uno dei migliori smartphone nella sua fascia di prezzo per prestazioni, doti fotografiche ed esperienza “pure Google”. L’ufficializzazione di Gemini Nano su Pixel 8 è avvenuta per mezzo di una dichiarazione condivisa durante un episodio di The Android Show. Arriverà come anteprima per gli sviluppatori (presumibilmente abilitata tramite le impostazioni dello sviluppatore, proprio come inizialmente era su Pixel 8 Pro) e fornirà supporto per i riepiloghi automatici di Recorder e la risposta intelligente in Gboard.

Durante quell’episodio di The Android Show, Google non ha approfondito il ragionamento alla base dell’abbandono del Pixel 8, soprattutto considerando che utilizza lo stesso chipset del fratello maggiore. La teoria principale si riduceva a una carenza di memoria; il Pixel 8 ha solo 8 GB di Ram, rispetto ai 12 GB del Pro. Tuttavia, la serie supporta anche Gemini Nano e anche il suo modello più piccolo funziona con soli 8 GB di RAM. In ogni caso, i vincoli di memoria sembrano essere il colpevole, come spiega Google nella dichiarazione:

“Abbiamo riscontrato molto entusiasmo da parte di utenti e sviluppatori da quando Pixel 8 Pro è diventato il primo smartphone a ricevere Gemini Nano l’anno scorso. L’esecuzione di modelli linguistici di grandi dimensioni su telefoni con specifiche di memoria diverse può offrire esperienze utente diverse, quindi lo abbiamo testato e convalidato su Pixel 8. Siamo entusiasti di offrire l’opportunità a più appassionati e sviluppatori di provare Gemini Nano, dove speriamo per ottenere più feedback e vedere più innovazione”.

E per fortuna, non passerà molto tempo prima che ne sapremo di più su ciò che sta accadendo dietro le quinte. Google ha promesso che questa notizia è anche oggetto di un episodio del podcast Made by Google con Seang Chau, VP of Engineering. Il prossimo Pixel Feature Drop dovrebbe arrivare a giugno . Non è chiaro se Gemini Nano farà parte di una futura versione beta (una nuova dovrebbe essere in arrivo già la prossima settimana) o se bisognerà attendere il lancio completo per provare il più piccolo LLM di Google sul Pixel 8. In ogni caso, è un’ottima notizia per i possessori di Pixel 8 e una notizia ancora migliore per chiunque abbia gli occhi puntati sul Pixel 9 appena trapelato, in programma per il lancio entro la fine dell’anno. Inoltre, con Google I/O proprio dietro l’angolo, nel giro di poche settimane potremmo vedere tantissime nuove applicazioni sul dispositivo per Gemini.

ELECTROLUX
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP