people search next
IWS21

Google ha lanciato una nuova funzione che integra i risultati di ricerca sui dispositivi mobili: si chiama People Search Next. La conferma della novità del pannello di ricerca in mobilità è stata confermata da un portavoce di Google. La funzione ha lo scopo di “aiutare le persone a raggiungere e visualizzare più facilmente le ricerche successive popolari in base a ciò che stanno cercando”, secondo il portavoce di Google.

Cos’è Google People Search Next ? 

People Search Next è un’aggiunta ai risultati di ricerca mobile di Google, non rappresenta alcun sostituto per qualsiasi altra funzione di ricerca. Anzi, si somma ad altre funzioni di ricerca di Google tra cui quelle che permettono di verificare cosa cercano le altre persone oppure le ricerche correlate o gli strumenti volti a perfezionare la rappresentazione dei risultati. 

La funzione è disponibile sui dispositivi mobili per il momento solo negli Stati Uniti per le query in lingua inglese, secondo Google. Ecco come appare People Search Next:

In questi esempi, People Search Next appare appena sopra Ricerche correlate. Questo sembra essere un abbinamento coerente. Se i risultati della ricerca mobile di Google non fossero a scorrimento infinito, il posizionamento successivo di People search appare come quello che normalmente è “il fondo della SERP“.  Google afferma che la funzione di ricerca non si limita solo alle ricerche locali “vicino”. Ha spiegato che la ricerca di People Search Next apparirà “quando i nostri sistemi avranno un buona sensibilità di quale potrebbe essere una ricerca successiva utile”.

Perché è importante parlare dei cambiamenti di Google Search

È importante analizzare tutte le modifiche apportate da Google alle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Lo spazio occupato da una funzione di ricerca di Google, come questa, significa che Big G potrebbe potenzialmente incidere pesantemente sui risultati effettivi delle pagine Web pertinenti e, quindi, declinarsi in oscillazioni di clic e di traffico dei siti Web che Big G mostra nei risultati organici. Questa sembra una funzione progettata per mantenere le persone sul Search più a lungo, scendendo ancora più nel dettaglio della ricerca per renderla sempre più personalizzata e attinente all’utente. In breve, se la ricerca di Google è davvero un fornitore di risposte, è corretto dire che stanno iniziando anche ad aggiungere le domande? Sì, ma come ulteriore risorsa impostata per proporre idee e contenuti.