IWS21

Il mercato italiano del giocattolo chiude il 2021 in crescita, segnando un aumento del 9% rispetto al 2020 e del 2,1% sul 2019. Ua dimostrazione di quanto l’atto del giocare sia fondamentale ed essenziale, soprattutto in un periodo come questo. I giocattoli sono dei beni primari ed è per questo che, con la Campagna “Gioco per Sempre”, l’associazione di categoria Assogiocattoli si pone l’obiettivo di sensibilizzare ancor di più le famiglie italiane sull’importanza del gioco dal punto di vista pedagogico, sociale e culturale. Il prossimo appuntamento con “Gioco per Sempre” è fissato per sabato 28 maggio 2022: in occasione della Giornata Mondiale del Gioco, l’associazione ha in serbo una nuova iniziativa volta alla destagionalizzazione e alla valorizzazione dell’atto del giocare. Un’iniziativa volta anche a sradicare il concetto di stagionalità del giocattolo inteso come regalo legato a ricorrenze, compleanni e festività, rendendolo uno strumento da usare durante tutto il percorso di crescita di ogni individuo.

Giocattoli: la forza delle licenze tra Harry Potter e Me contro Te

Come di consueto, la season natalizia pesa la metà del giro d’affari del toys market italiano. Secondo i dati forniti dalla società di ricerche NPD, l’ultimo trimestre (ottobre-dicembre 2021) registra un notevole +6,7% rispetto al precedente. I giochi in scatola e le costruzioni continuano a essere tra i prodotti più venduti, confermando il ritorno al gioco dei più grandi – i cosiddetti kidult – grazie a modalità di gioco in grado di intrattenere e divertire tutti eliminando ogni gap generazionale. Anche le bambole sono in cima alle classifiche di vendita, seguite dai prodotti collezionabili (Trading Card Game in primis), dai peluche, dai veicoli a ruote, dai supereroi e dai dinosauri. Il fatturato derivante dai prodotti a licenza rappresenta il 26% del totale mercato e cresce del +14%. Le top 5 licenze del 2021 sono state Harry Potter, Me Contro Te, Disney Frozen, Super Mario e Bing. 

Le iniziative di Assogiocattoli

Numeri che fanno ben sperare per il futuro e che confermano l’ottimo lavoro svolto – nonostante le numerose difficoltà – dagli addetti di tutta la filiera. Inclusa Assogiocattoli che, proprio con la Campagna “Gioco per Sempre”, si è impegnata a diffondere la cultura del gioco coinvolgendo oltre 3mila persone nella creazione del primo Manifesto partecipato e corale. Vale a dire, un inno al gioco e ai giocattoli, una filastrocca in rima scritta grazie al contributo di bambini di ogni età, ma anche di mamme e papà, nonni e zii, oltre a educatori, ludologi e psicologi. Ma non solo, la Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (20 novembre) è stata festeggiata con i Play Days e ben due iniziative speciali: uno speciale concorso che ha attivato più di 220 punti vendita in tutta Italia – premiando negozianti e consumatori (più di mille i partecipanti), e devolvendo in beneficenza parte del montepremi – e una donazione di giochi e giocattoli forniti dagli associati alla Fondazione ABIO Italia Onlus che li ha distribuiti negli oltre 200 reparti di pediatria presenti su tutto il territorio italiano. A proposito di charity, grandissimo successo per l’iniziativa Giocattolo Sospeso organizzata nel periodo natalizio in collaborazione con Regione Lombardia: sono almeno 2mila i giocattoli donati a Croce Rossa Italiana (Comitato Regionale Lombardia) e Lilt (Milano Monza Brianza APS) che li hanno distribuirli ai piccoli ospiti di case famiglie e ospedali.