NIKON
NIKON

Gaming: cosa succede ai prezzi delle console nel Black Friday

QBerg ha messo a fuoco il mercato delle console per videogame nei mesi che precedono il tanto atteso Black Friday. In particolare, l’istituto di ricerca ha affrontato il mondo del gaming analizzando l’offerta online dei principali siti di e-commerce e le campagne promozionali web di settembre, ottobre e novembre 2023 vs 2022. Come suggerisce la prima sezione del grafico seguente, sebbene la presenza complessiva delle console nei normali canali di vendita online sia leggermente diminuita, QBerg ha notato una notevole spinta e aumento della visibilità (triplicata) nelle promozioni on-line.

Per quanto riguarda il prezzo medio vediamo come è aumentato di un modesto 0,5% nel Web continuativo , mentre nelle Web Promo, il prezzo medio è aumentato del 13,3%. In sintesi, il retail on-line ha spostato il proprio focus sulle promozioni online, dove c’è stata una maggiore esposizione delle console e dove i prezzi medi sono aumentati più nettamente rispetto al normale commercio elettronico.

Il Black Friday è definito da QBerg come “buzzword” che fa leva in modo molto marcato sull’attenzione che i consumatori hanno nei confronti della convenienza. Prova ne è che, ad esempio sui volantini promozionali, la parola “Black” comincia a fare capolino già a luglio. Categorie merceologiche che non ricorrono a questa leva, o lo fanno in modo molto minoritario, sono da considerarsi “beni di prima necessità”, o comunque categoria caratterizzate da domanda anelastica.

Colpisce molto quindi vedere quanto bassa sia l’incidenza delle campagne web che includono console e che, nel periodo settembre/ottobre/novembre fino al giorno 12 novembre incluso (giorno in cui è stata realizzata l’indagine di QBerg), facciano riferimento al Black Friday. E quanto tale percentuale, già bassa nel 2022 (11,2%), diventi addirittura irrisoria (2,9%) nel 2023. La conclusione che trae QBerg dai due grafici precedenti, quindi, è sintetizzabile in più campagne web, più care, ma senza ricorrere alla parola chiave del Black Friday. In un settore in cui le Top 5 marche fanno il 95% del mercato, di cui il 90% fatto dalle prime tre, c’è poco da dire in termini di concentrazione.

Più interessanti sono le variazioni: nel mondo del continuativo Web e-commerce, Nintendo perde, nel periodo di analisi, 6,82 punti percentuali, insieme a Microsoft (-3,18 p.p.) a favore di Sony (+4,49 p.p.) e ArcadeUp (+4,21). Un punto percentuale lo prendono anche la somma Retro games e della ristretta galassia degli Altri.Nel panorama delle Web Promo invece la situazione è completamente diversa: assistiamo ad una spinta decisa di Nintendo (+4,67 p.p.), a sfavore di tutti gli altri, in particolare di Microsoft che perde 2,77 p.p.

Per commentare questo articolo e altri contenuti di igizmo.it, visita la nostra pagina Facebook o il nostro feed Twitter.

Articolo correlato
Autore correlato