PURO
PURO

GameStop: cala il fatturato. Al via il taglio del personale. Giù il titolo in borsa

La catena statunitense GameStop, specializzata nel settore gaming, ha dichiarato di aver tagliato un numero consistente di posti di lavoro con l’obiettivo prioritario di ridurre i costi di gestione. La ragione? Ha riportato ricavi inferiori nel quarto trimestre a causa della crescente concorrenza delle aziende di e-commerce e della debole spesa dei consumatori in un’economia incerta. La decisione ha anche comportato, per il colosso di Grapevine, in Texas, un crollo del 16% del valore delle azioni quotate al Nasdaq.

GameStop: fatturato in calo e il taglio del personale

Customers shop for video games at a GameStop Corp. store in West Hollywood, California, U.S., on Sunday, May 22, 2016. GameStop Corp. is scheduled to release earnings figures on May 26. Photographer: Patrick T. Fallon/Bloomberg

L’andamento di GameStop riflette una dinamica che, nel settore videoludico, ha visto anche i grandi publisher incasellare trend inferiori alle attese. È stato il caso recente di Take-Two Interactive ed Electronics Arts. Del resto, la mancanza di potenti new release e l’incidenza sulle tasche dei consumatori degli elevati tassi di interesse continuano a pesare. Al contempo, la catena videoludica – tra le recenti misure di ristrutturazione dei costi – includevano anche l’uscita dalle sue attività in Irlanda, Svizzera e Austria. Al 3 febbraio scorso, l’azienda di Grapewine contava circa 8.000 dipendenti a tempo pieno: Mentre erano tra i 13.000 e 18.000 quelli a tempo parziali. Il varo della riorganizzazione ha prodotto un calo delle spese del 21,2% a 357,1 milioni di dollari. Contestualmente, il fatturato del quarto trimestre di GameStop è ammontato a 1,79 miliardi di dollari, nettamente inferiore ai 2,23 miliardi di dollari dello scorso anno. Come accennato, a pesare sulle performance è stata la forte attività competitiva attuata sia da Amazon, sia da eBay.

PURO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC