playit

Poco più di un mese dopo. Se volete, parliamo dell’inizio del mese di giugno.  Più esattamente, il giorno 4. Questa è la data scelta per il lancio della Stagione 3 del Capitolo 2 di Fortnite. A comunicare la decisione del posticipo in calendario è stata la stessa società, Epic Games, attraverso un laconico comunicato rilasciato sul proprio sito. Eccolo: “Stiamo estendendo il Capitolo 2 – Stagione 2 di Fortnite oltre la data originale prevista al 30 aprile. Il nostro piano è di lanciare il Capitolo 2 – Stagione 3 il prossimo 4 giugno. Prima di allora, ci sono molti contenuti in arrivo nella stagione in corso. Abbiamo diversi aggiornamenti di gioco in arrivo che offriranno un gameplay nuovo, nuove sfide, bonus XP e un paio di altre sorprese nella manica”.

La gestione difficile

Le ragioni che hanno determinato tale decisione appaiono svariate. Su tutte spicca la problematica, più che comprensibile, legata alla pandemia determinata dal Covid-19. Epic Games ha la propria sede nella Carolina del Nord. La sua forza lavoro, tuttavia, sta operando da casa e in smart working. Ma, come comprensibile, gestire una situazione di questo tipo con un prodotto quale Fortnite non è proprio facile, visto che non tutti i computer domestici sono dotati della potenza normalmente in dote a quelli professionali.

Fortnite: i tornei sospesi

Un’altra questione è legata alla parte competitiva del prodotto Fortnite, che appare uscita dai radar e dalla ribalta dopo il successo, registrato nella scorsa estate, dalla Coppa del Mondo. All’inizio dello scorso mese di marzo, Epic Games aveva dichiarato che avrebbe messo in pausa tutti i tornei con premi in denaro. Così è e sarà almeno per un po’. L’attuale emergenza, infatti, potrebbe fornire un po’ più di tempo sia per rendere ancora più efficace il lancio della Stagione 3 del Capitolo 2 di Fortnite, sia per delineare un percorso strategico più chiaro proprio sul tema degli eSport legati al gioco, destinato ad assumere una rilevanza non trascurabile.