NIKON
TOPPS

Eurosport: elogio della qualità premiata dagli ascolti, non solo grazie a Sinner (oggi contro Alcaraz)

Tra i canali sportivi a pagamento (in Tv e in streaming) Eurosport eccelle per qualità della proposta. La proposta firmata dalla piattaforma che fa capo a Warner Bros. Discovery – pur non avendo in pancia lo sport che calamita l’attenzione degli italiani, ossia il calcio – è variegata, ben assortita. E se solo in apparenza strizza l’occhio a qualche disciplina minore, in realtà annovera eventi di grande appeal e importanza: dal tennis (a cominciare dai tornei del Grande Slam alla copertura dei Giochi Olimpici). Un’offerta importante per il pubblico, resa ancora più convincente dalla qualità del servizio offerto: a tutto tondo. Sia sotto il profilo dei contenuti video, sia per come sono presentati e raccontati.

Eurosport: prezzo dell’abbonamento e qualità

L’abbonamento a Eurosport (canali 1 e 2) costa 7,99 al mese oppure 69 euro in versione annuale con rinnovo automatico salvo annullamento. Ma è anche fruibile all’interno delle proposte di altro broadcaster e streamer, da DAZN a Sky, Now Tv e Tim Vision.

Screenshot

Su Eurosport  seguire il tennis che, dopo gli Australian Open, stanno celebrando la fase finale del Roland Garros di Parigi con l’italiano Jannick Sinner diventato numero 1 al mondo, è un piacere. La qualità della produzione complessiva – grazie all’ampia copertura e agli interventi di protagonisti di indiscussa conoscenza come l’ex tennista svedese Mats Wilander – per gli utenti italiani si combina con l’eleganza e la competenza di telecronisti e commentatori. Una rarità – parere personale – nell’era della verbosità inutile, dello stupore continuo che accompagna qualsiasi giocata, anche la più elementare, in una partita di calcio.

Roland Garros 2024, ascolti notevoli

D’accordo tra il pallone e un match di tennis c’è una clamorosa differenza: ma questo non giustifica inutili eccessi. Infatti, su Eurosport pur in presenza di vittorie o prestazioni straordinarie continua a regnare quella “misura” che non penalizza coinvolgimento spettacolarizzazione.

Screenshot

Gli esempi abbondano riavvolgendo il nastro delle gare di ciclismo, di quelle delle Olimpiadi di Tokyo (mai così tante medaglie d’oro nell’atletica leggera con prima volta nei 100 metri grazie a Jacobs) e in queste ore con il succitato tennis del Roland Garros. La qualità complessiva non a caso viene premiata dal pubblico e dagli ascolti. L’effetto traino generato dal campione italiano Jannick Sinner, da solo non basta a spiegare il successo di Eurosport. Le voci di Jacopo Lo Monaco, Simone Eterno, Fabio Colangelo e Roberta Vinci sono il giusto accompagnamento melodico delle imprese sportive del nostro “fenomeno” che ha sbancato negli ascolti con questa audience nei recenti match:

·      Sinner-Gasquet: 365.000 spettatori (con picco fino a 560.000)

·      Sinner-Moutet: 871.000 spettatori (con picco fino a 1.213.000)

·      Sinner-Dimitrov: 586.000 spettatori (con picco fino a 778.000 quando veniva consacrato come numero 1 al mondo a seguito del ritiro dal torneo per infortunio di Novak Djokovic).

Ora spazio alla fase conclusiva. Questo il programma. Semifinali per il torneo maschile: la più attesa oggi, nel pomeriggio: il via dalle 14,30 il big match tra Sinner e Alcaraz. A seguire spazio alla sfida tra Zverev e Ruud. Ma non solo. Eurosport racconterà sia finale femminile di sabato 8 giugno che vedrà la sorprendente italiana Jasmine Paolini opposta alla polacca Iga Świątek (numero 1 del ranking mondiale), sia la finale maschile del doppio (era dal 1959 che l’Italia non la giocava) con la coppia azzurra Bolelli-Vavassori.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC