anziani
playit

L’estate è la stagione dell’anno peggiore per gli anziani, che necessitano proprio in questi mesi di particolari attenzioni e cure. Non si tratta solamente della loro condizione fisica, che comunque non deve mai essere sottovalutata, ma anche di quella emotiva. Le persone anziane infatti si trovano spesso ancora più sole nel periodo estivo, quando molte attività commerciali chiudono, parenti ed amici vanno in vacanza e sostanzialmente le attività da fare sono ridotte. 

Vediamo allora insieme come rendere le giornate estive più piacevoli anche per gli anziani ed alleviare quel senso di malinconia e solitudine che potrebbe renderli ancora più fragili. 

Fare compagnia agli anziani: fondamentale in estate

Fare compagnia agli anziani è sempre importante, perché sono spesso soli e coloro che sono ormai particolarmente avanti con l’età hanno perso anche molti dei loro coetanei. Nel periodo estivo può capitare che i figli debbano assentarsi per qualche settimana, perché vanno in vacanza e non hanno la possibilità di portare con sé i genitori. In questi casi è fondamentale preoccuparsi di loro e trovare un professionista che abbia seguito un corso per assistenza anziani e che sia dunque qualificato. Il suo ruolo è quello di fare compagnia alla persona ma anche di assisterla in caso di necessità, ricordando di prendere le medicine ad esempio, misurando la pressione o accompagnandola alle visite mediche. 

Avere una persona di riferimento che si reca a domicilio dall’anziano per seguirlo e soprattutto tenergli un po’ di compagnia è importantissimo, soprattutto in estate proprio perché in tale periodo il rischio di depressione aumenta. 

Il centro diurno per anziani: una valida opzione

Una valida opzione può essere quella del centro diurno per anziani: una struttura che ha proprio il compito di intrattenere le persone di una certa età con attività mirate per loro. Non solo: all’interno di un centro gli anziani hanno la possibilità di chiacchierare ed incontrare i coetanei, dunque si sentono meno soli e questo fa la differenza a livello emotivo. 

Purtroppo al giorno d’oggi non è semplice trovare dei centri diurni per anziani aperti anche nel periodo estivo, nonostante sia proprio questa la stagione in cui ce ne sarebbe maggior bisogno. Ne esistono alcuni nelle grandi città, ma nei piccoli centri è spesso molto difficile trovare soluzioni di questo tipo. 

Creare l’ambiente adatto per stare in casa

Come abbiamo accennato, in estate gli anziani sono fragili sia dal punto di vista emotivo che per quanto riguarda la loro salute. Le alte temperature aumentano il rischio di disidratazione e di colpi di calore, cui sono esposti parecchio proprio gli anziani. Per tale ragione, è importante che l’ambiente domestico sia adeguato: l’aria condizionata può fare la differenza e rendere decisamente più piacevole la permanenza dell’anziano all’interno della propria casa. 

Una volta che l’ambiente è piacevole, si possono organizzare pranzi, cene ed incontri tra parenti a casa del genitore anziano in modo che avverta in misura minore la solitudine. Una bella partita a carte o anche semplicemente un film se guardato in compagnia può fare la differenza per chi è spesso da solo.