OTL

Più fischi che applausi. E tanti. I gamer hanno accolto così il debutto di eFootball 2022, il videogioco calcistico targato Konami che è subentrato definitivamente al brand PES. Pur ereditandone la storia la new release videoludica – disponibile su Pc e console in una versione gratuita e che verrà aggiornata progressivamente con contenuti sia a pagamento sia gratuiti – ha lasciato gli appassionati con l’amaro in bocca. Le ragioni? I bug, una grafica poco convincente e un gameplay almeno da sistemare e rivedere. 

Le critiche su Steam

Il tam-tam si è scatenato pesantemente sui social, a cominciare dai volti dei campioni più famosi, da Messi (testimonial) a Ronaldo, la cui riproduzione grafica è parsa grossolana. Una fetta molto ampia (o meglio la maggioranza) dei videogiocatori si è dichiarata decisamente insoddisfatta. Su Steam la valutazione dei gamer è davvero bassa 0,89/10. Insomma, una prima per niente buona e abbondante, anzi il contrario. Che ha scontato la decisione di Konami di ricostruire il gioco con un nuovo motore grafico.

eFootball 2022, le promesse di Konami per l’autunno

La dichiarazione di Konami

C’è da dire che il publisher giapponese non si è sottratto al confronto, riconoscendo che eFootball 2022, nella prima release, ha davanti a sé ampi margini di miglioramento (e correzione), dando così appuntamento al prossimo e primo aggiornamento dei contenuti in agenda in autunno. Allorché (ribadisce Konami) saranno disponibili sia nuove modalità, sia nuove squadre all’interno di un pacchetto in vendita a 40 euro, così come saranno apportate modifiche e implementazioni a tutto il gameplay. Vedremo. Di sicuro l’esordio è stato dei peggiori. Il “campionato” è lungo in genere. Ma sarà vietato sbagliare.