NIKON
NIKON

Eataly, conti in rosso per la catena di food & wine di Oscar Farinetti: da ripianare perdite per 70 milioni

Eataly, la catena di ristorazione, food & wine (tutti gli approfondimenti sulle ultime novità da gustare sul nostro web magazine B2C, WineCouture.it) fondata dal vulcanico Oscar Farinetti nel 2003 è al giro di boa, a fronte delle ingenti perdite. I conti non tornano, o meglio sono in profondo rosso. I numeri dicono che, nonostante i 605 milioni di euro di ricavi – registra un rosso di 25,8 milioni di euro, nell’esercizio 2022. Il che ha prodotto e determinato un accumulo di perdite per l’ammontare di 70 milioni di euro, a fronte di un patrimonio netto contabile di 58,7 milioni.  

Oscar Farinetti: non solo Eataly è in difficoltà

Eataly ha sicuramente lasciato un segno, non solo nel nostro Paese. La catena di Oscar Farinetti (colui che aveva fondato la “prima” Unieuro, con quell’ottimismo che è il profumo della vita) ormai vanta 45 negozi dislocati in tutto il mondo. Dalla fine del 2022 ka guida è stata assunta dal nuovo ceo Andrea Cipolloni, subentrato a Nicola Farinetti. A breve Eataly finirà nelle mani di Investindustrial, (guidata da Andrea Bonomi) che assumerà il controllo del pacchetto azionario per il 52%, unitamente a un aumento di capitale di 200 milioni. Oscar Farinetti è uno degli imprenditori più noti nel mondo food & wine. Ma, oltre alla sua creatura Eataly che in questi 20 anni ha attraversato non pochi momenti difficili (e lo dimostra la situazione attuale), anche altre iniziative che lo hanno visto tra i protagonisti non stanno generando riscontri convincenti: da FICO a Bologna a Green Pea a Torino.

NIKON
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP