NIKON
NIKON

DAZN: Juve-Inter vale 2,1 milioni di spettatori in streaming. Male il resto della Serie A 

DAZN tira le somme degli ascolti dopo la lunga giornata 13esima giornata di Serie A che si è conclusa con i due posticipi di ieri. Il picco di audience della piattaforma streaming sportiva è stato registrato Juve-Inter con 2,1 milioni di spettatori, il miglior risultato per ora della stagione (Milan-Juve si era attestata su 1,9 milioni). La performance di Juve-Inter era nell’aria. Ma DAZN deve fare i conti con un andamento complessivo inferiore sulla giornata precedente (la 12sima che aveva chiamato a raccolta 5.836.904 appassionati aderenti al servizio) per un aggregato di 5.682.983 telespettatori. Una flessione di 150mila unità. Altre annotazioni. Escludendo il derby d’Italia nessuna altra gara ha sfondato la quota di 1 milione come audience. Al secondo posto come ascolti si è collocata Atalanta-Napoli (poco più di 960mila utenti) che ha superato Milan-Fiorentina, sfida del sabato sera, che ha messo davanti agli schermi 896mila persone.

DAZN, pomeriggio da incubo

Dati da incubo per il pomeriggio domenicale, come facilmente prevedibile (e sia detto con rispetto) alla luce delle due sfide in calendario, che non raggiungono nemmeno la soglia di 100mila. Di più: Empoli-Sassuolo (45.967 utenti) e Frosinone-Genoa (99.356) messe insieme non raggiungono neppure quanto fatto registrare da Cagliari-Monza (196.012) andata in scena all’ora di pranzo. Male anche Zona Goal che domenica 26 novembre non ha nemmeno raggiunto la quota di 150.000 spettatori. Anche l’ascolto della Roma (in campo alle 18 e che di solito attrae e non poco i propri fan) ha pagato dazio con meno di 580.000 telespettatori. Insomma, per DAZN l’andamento continua a restare stabilmente in calo, nonostante le intense attività promozionali coincidenti pure nella settimana del Black Friday.

Tennis: quasi 6 milioni su Rai e Sky per Sinner e l’Italia di Coppa Davis

Ma al di là del calcio, lo sport si conferma un traino di primo livello per i vari broacaster. Un’evidenza arriva dalla notevole performance raccolta dal tennis con la finale di Coppa Davis, vinta dall’Italia, e andata in onda domenica 26 novembre in chiaro su Rai 2 e su Sky. Ecco i dati. La sfida decisiva tra Sinner e De Minaur, quella decisiva registrato un ascolto di 4.662.000 spettatori, con uno share del 23,4%. Su Sky, che deteneva i diritti pay della manifestazione, invece sono stati 1.024.000 spettatori, con il 5,1% di share. In totale 5,7 milioni i telespettatori aggregati del match del nostro fenomeno Jannik Sinner, con il 28,5% complessivo di share. La prima partita, con la vittoria di Arnaldi su Popyrin, su rai 2 ha messo davanti alla Tv 3,2 milioni di spettatori con il 21,9% di share. Insomma, il grande sport è sempre trainante: se trasmesso anche in chiaro fa la felicità di utenti e broadcaster.

Per commentare questo articolo e altri contenuti di igizmo.it, visita la nostra pagina Facebook o il nostro feed Twitter.

Articolo correlato
Autore correlato