clusit
Foto: di Rawpixel, envato elements
Nintendo

Il tema della cybersecurity, prepotentemente salta all’evidenza delle cronache, è particolarmente sentito e avvertito dagli italiani. Del resto, l’accelerazione che la pandemia ha impresso nel nostro Paese al percorso di digitalizzazione, i Big Data e le informazioni che corrono in Rete stanno assumendo una strategicità ineludibile. Gli attacchi informatici non sono più sporadici. La maggioranza degli italiani è preoccupata, sta cercando di agire in maniera strutturata. Ma a dirla tutta, ben quattro italiani su dieci appaiono “lontani” dalla volontà di affrontare la tematica in maniera efficace. Questa la fotografia che emerge dal primo Rapporto Censis-DeepCyber sulla Cybersicurezza in Italia. Un tema quello della sicurezza informatica: non più questione per soli addetti ai lavori, semmai tematica che attraversa tutte le aree sociali, famigliari e operative. Elemento non meno rilevante per un cambiamento digitale verso una nuova dimensione.

Cybersecurity, tra paure e comportamenti

I numeri dell’indagine del Censis parlano chiaro. Il 61,6% degli italiani è preoccupato per la sicurezza informatica, operando direttamente in termini di protezione dei propri device tecnologici. Più in dettaglio, oltre l’80% ha scelto di adottare software e app di tutela, mentre il restante 18% di questa fascia ha stabilito di affidarsi a specialisti ed esperti della materia. Tornando al profilo generale, c’è un 30% scarso di italiani indagati dalla ricerca che invece, nonostante la consapevolezza che il tema riveste, non ha (ancora) definito in che modo agire concretamente. Infine, il 10% del campione rilevato dall’analisi del Censis non ha espresso alcun tipo di preoccupazione sulla sicurezza informatica. Eppure ben l’81,7% degli italiani, ha paura di finire vittima di furti e violazioni dei propri dati personali sul Web relativamente all’identità personale o durante l’utilizzo di account social, in caso di acquisti di prodotti online o per lo svolgimento delle operazioni di home banking.