playit

Misiano Adriatico, presso il circuito intitolato a Marco Simoncelli. L’ingresso è già una parata di Lamborghini. A destra sono in rassegna i modelli da strada, nei loro colori sgargianti e pronti per essere guidati da chi ha voglia di assaporare per qualche minuto il rombo del motore seduto a meno di un metro da terra. A sinistra i “box” (per lo più tende e strutture agganciate a roulotte o simili) dove si preparano le auto per l’evento conclusivo del Lamborghini Super Trofeo in occasione delle World Finals. L’evento conclusivo suggella la collaborazione ad alto livello tra Oppo e la casa automobilistica in qualità di mani partner di Lamborghini Squadra Corse. Il brand Oppo è ovunque sulle auto che hanno corso le ultime gare: sugli alettoni, nella parte frontale della carena, all’interno della ricca e prestigiosa hospitality nel quale c’è addirittura lo stand con i modelli più recenti. Ovviamente l’attenzione è tutta sulla più recente gamma di smartphone: i Reno6 e Reno6 Pro.

Dunque nello scenario unico del Misano World Circuit Marco Simoncelli, Oppo è stato uno dei protagonisti indiscussi con la Reno6 Series perché presente sulle oltre 60 vetture Lamborghini Huracán Super Trofeo Evo che si sono sfidate nelle due competizioni (una al sabato e l’altra la domenica) e sui modelli a disposizione dei presenti per chi volesse testare una Lamborghini in un percorso cittadino.

Il combinato disposto tra velocità e tecnologia scelto da chi vi scrive è stato il seguente (si noti che tutte le foto di questo articolo sono state scattate con un Oppo Reno6). Per immortalare le due giornate si è affidato all’Oppo Reno6, in virtù dell’autonomia e delle doti fotografiche che vedete qui di seguito. Per provare la sensazione di salire a bordo di una “Lambo” Huracàn Evo2 guidata da un pilota esperto per un “hot lap” del circuito di Misano. Un’esperienza unica, al limite, nel quale la vettura ha mostrato di saper affrontare senza indugio il susseguirsi di curve alla massima velocità. E la spinta laterale durante questa esperienza è quella che più restituisce la potenza impressa sulle ruote (la cui superficie di appoggio sulla pista è equivalente a quattro fogli A4).

Con Oppo alla guida della “Lambo” 4×4

La guida in prima persona è avvenuto in un circuito extra cittadino con una Lamborghini Huracàn Evo a trazione integrale. La tenuta è pazzesca ma non è tanto questo che ci ha impressionati: è l’erogazione di potenza sui due assi che apre le porte al divertimento di guida e al massimo controllo. Il cambio passa da automatico a semiautomatico a manuale, con le alette dietro i volanti, a seconda che si passi il selettore su strada, sport e corsa. Nel primo caso la Huracàn è docile e silenziosa, come una berlina; in sport cambia la configurazione dei display (tutti digitali) e aumenta il rombo e il divertimento. Ma è con corsa che il motore si fa sentire, i freni sono reattivissimi e l’accelerazione è bruciante. Il rombo invade l’abitacolo e l’adrenalina sale. Ci si possono permettere tante cose: dalle curve all’indiavolata fino ad accelerazioni roboanti sui tratti di strada più pianeggianti. L’elettronica è un perfetto paracadute che compensa, in modo dolce e calibrato, eventuali errori.

Ma per provare al completo l’esperienza di un pilota che si cimenta in queste competizioni, abbiamo provato altre due attività collaterali alle corse e alle auto. Da una parte ci siamo fatti “misurare” e allenare dalla palestra hi-tech allestita da Tecnobody, che attraverso sistemi apparentemente tradizionali (un tapis rouland, una panca, un display interattivo) esegue una serie di rilevamenti in tempo sul corpo, sfruttando anche una matrice di videocamere particolare, che restituiscono un’immensa quantità di dati sulla qualità dei nostri movimenti durante l’attività sportiva, per esempio la corsa ma non solo. Non a caso i prodotti di Tecnobody sono stati studiati per la riabilitazione e poi portati nel mondo sportivo al fine di migliorare le prestazioni e l’attività fisica partendo dai dati oggettivi dell’individuo e massimizzandone le capacità.

Infine, l’esperienza più unica ed entusiasmante è stata con O2H: una seduta di crioterapia a -110° per due minuti (in modalità estrema si arriva a -140° per 3 o 4 minuti). Ci si spoglia, tenendo al coperto solo le parti estreme per evitare fastidi (orecchie, tempia, mani e piedi), e si entra in una cella a -110°. Due minuti non sono pochi e ciò che avviene è semplice: il sangue si sposta nel corpo per andare a coprire le parti esposte e quelle più fragili (il cuore per esempio). In questo modo aumenta il flusso sanguino ad alta ossigenazione e si crea un effetto curativo. Il risultato è che spariscono dolori e al termine dei due minuti ci si sente forti, prestanti, attivi. Non a caso, ci hanno spiegato, i piloti si affidano alla crioterapia prima delle gare proprio per stimolare questo stato di benessere.

Oppo e il Lamborghini Super Trofeo 2021

Ma non solo velocità e potenza. L’epilogo del Lamborghini Super Trofeo 2021 si è infatti distinto per una particolare attenzione all’estetica. Da una parte la nuova Huracán Super Trofeo EVO2, la versione più performante mai progettata per correre, con un design senza compromessi e un approccio estetico futuristico che anticipa parzialmente elementi stilistici della prossima gamma stradale. Dall’altra parte OPPO Reno6 Pro e OPPO Reno6 che si caratterizzano per un design elegante e innovativo grazie alla particolare finitura realizzata con il processo OPPO Glow. Questo processo di lavorazione del vetro rende il retro del device estremamente liscio, garantendo l’effetto visivo di milioni di minuscoli “fiocchi di neve” sulla scocca dello smartphone e regalando sorprendenti giochi di luce, proprio come il luccichio della neve sotto il sole.

“Siamo estremamente orgogliosi di prendere parte al Lamborghini Super Trofeo, uno degli eventi più attesi e importanti nel settore automobilistico. Gli smartphone della recente OPPO Reno6 Series hanno saputo immortalare al meglio tutta la potenza e la velocità delle vetture in pista, attraverso un comparto fotografico rivoluzionario. La cura verso ogni dettaglio e la costante ricerca in termini di perfezione sono gli stimoli che guidano il nostro lavoro e che ci accomunano a Lamborghini, un’azienda che ha saputo fare la storia nel panorama italiano” ha commentato Isabella Lazzini, Chief Marketing Officer OPPO Italia.

OPPO e Lamborghini celebrano da sempre l’innovazione, facendo del progresso uno dei loro principali valori, con la volontà di regalare, giorno dopo giorno, esperienze d’uso in grado di sorprendere, stupire – e probabilmente anche sognare. Il punto di riferimento rimane il consumatore, da conquistare con performance d’eccellenza e design finemente realizzati. Le due aziende infatti sono animate dal desiderio di distinguersi, proponendo un’offerta premium che risponda ai desideri inespressi dei rispettivi mercati: l’animo pionieristico e l’avanguardismo tecnologico le rende capaci di rivoluzionare la scena.

La gamma OPPO Reno6 Series

La OPPO Reno6 Series è la smartphone lineup pensata per tutti coloro che amano immortalare al meglio ogni momento della propria vita, grazie a un’ampia suite di funzionalità top di gamma nel settore dell’imaging e al supporto AI.

In particolar modo, Bokeh Flare Portrait Video fornisce ai video un effetto bokeh di qualità cinematografica, con un’elaborazione video in tempo reale in grado di catturare ritratti con punti luce bokeh sullo sfondo, mantenendo i soggetti naturali e luminosi. AI Highlight Video è invece in grado di rilevare automaticamente la luce ambientale e di ottimizzare al meglio i video, garantendo scatti dai colori vividi. La modalità Ultra Steady Video assicura invece la massima stabilizzazione, anche per gli scenari di ripresa più veloci e in movimento, ideale quindi per catturare perfettamente tutta la velocità e potenza delle vetture in competizione.  

OPPO Reno6 Pro 5G (qui la nostra recensione) è lo smartphone flagship della nuova line-up, alimentato dalla piattaforma Qualcomm Snapdragon 870 5G, per prestazioni complete e di livello, e dotato di una potente AI Quad Camera da 50MP sul retro e di una Selfie Camera da 32MP. La fotocamera principale è ancora più performante grazie all’ultrapotente sensore Sony IMX766 che garantisce agli utenti di catturare video e fotografie di qualità elevata in qualsiasi contesto. OPPO Reno6 5G è invece la perfetta combinazione tra funzionalità e accessibilità, con connettività 5G, supporto AI e un ampio display Amoled. È un dispositivo versatile e capace di catturare al meglio sia scene video complesse sia incredibili scatti fotografici, ottenendo risultati sorprendenti in qualsiasi condizione di luce.

Lamborghini Super Trofeo World Finals

Dal 28 al 31 ottobre, il Misano World Circuit Marco Simoncelli ha ospitato l’ottava edizione delle Lamborghini World Finals, l’evento più importante della stagione, che torna dopo un anno di stop e che ha visto sfidarsi in pista oltre 60 Lamborghini Huracán Super Trofeo Evo. Inoltre, le World Finals di Misano Adriatico hanno ospitato un appuntamento speciale del Lamborghini The Real Race eSports championship: i piloti e gli ospiti hanno avuto infatti l’opportunità di pilotare, al simulatore e in anteprima esclusiva, la nuova Huracán Super Trofeo EVO2 che debutterà il prossimo anno.