OTL

L’appuntamento è fissato dall’1 al 4 giugno 2021. L’appuntamento sarà con l’edizione 2021 di Computex. La manifestazione, che coinvolge tutti i top player del settore Ict andrà in scena a Taipei, (sia presso il Nangang Exhibition Center, sia nella cornice dell’International Convention Center), utilizzerà per la prima volta l’intelligenza artificiale (AI). L’obiettivo? Riuscire a creare una piattaforma espositiva intelligente Online-Merge-Offline (OMO), collegando la comunità tecnologica attraverso un modello innovativo che in sostanza riesce a “spezzare” barriere e limiti. Con l’aumento della domanda di innovazione e tecnologia, Computex 2021 – in concomitanza ci sarà anche InnoVex – continuerà a tracciare nuovi percorso nel mondo della tecnologia. Saranno sette i temi al centro della mostra e delle attività correlate. Tra questi spiccano: 5G, AI e IoT, Edge Computing, HPC (High-Performance Computing), Cyber ​​Security, Gaming – Innovazioni – Start-up.

Computex 2021, la tecnologia diventa opportunità

James C. F. Huang, presidente di Taitra – Taiwan External Trade Development Council – co-organizzatore della mostra, nel corso della conferenza stampa ha annunciato che Computex ha scelto Appier come partner tecnologico strategico per fornire a espositori e visitatori una fiera guidata dall’IA. “la nostra manifestazione cavalca l’onda della trasformazione digitale con i pionieri della tecnologia. Così Computex trasforma la visione in realtà e trasforma la tecnologia in opportunità”. Una decisione prospettica rilevante. Infatti, secondo le previsioni di IDC, il 30% delle prime 2mila aziende del mondo adotterà proprio la tecnologia AI entro il 2024. “Il modello di business tradizionale è cambiato.” David Reinsel, vicepresidente senior dello stesso istituto IDC ha sottolineato: “Le aziende devono accelerare il ritmo della digitalizzazione e del marketing integrato. L’intelligenza artificiale può aiutare le aziende a comprendere i comportamenti dei clienti in loco e fuori sede, a prevedere le esigenze dei clienti e a consigliare prodotti e servizi adeguati, migliorando l’interazione con i clienti e migliorando il potenziale per la cooperazione commerciale”.