cina social igizmo internet commenti
ims22

Controllare attentamente ogni singolo contenuto generato dagli utenti prima che sia consentito pubblicarlo su un sito Web è un compito arduo. Ma la Cina è chiaramente pronta per la sfida. La Cyberspace Administration del Paese ha messo in opera una nuova politica di gestione dell’online che richiede l’approvazione di tutti i commenti sui siti Web prima della pubblicazione.

Le nuove regole sono state delineate in un documento pubblicato la scorsa settimana dal titolo: “Disposizioni sull’amministrazione dei servizi di commento dei thread di Internet”. Questo significa che qualsiasi azienda o individuo che gestisce un sito Web in cui le persone possono pubblicare commenti dovrà assumere “un team di revisione e modifica adatto alla scala dei servizi”. Questi neo moderatori dei commenti dovranno esaminare tutto quanto viene scritto prima della pubblicazione e segnalare all’amministrazione qualsiasi informazione potenzialmente illegale.

La portata del documento approvato in Cina va anche oltre. Qualsiasi sito che consente ai lettori di pubblicare commenti deve raccogliere i loro nomi reali e verificarne l’identità prima di consentire loro di inviare commenti. I controlli più severi sembrano essere arrivati ​​a seguito delle critiche online ai recenti blocchi obbligatori del governo cinese mentre cercava di combattere un nuovo assalto di Covid-19.

La censura di Internet in Cina è già diffusa e rigorosamente applicata, il che può rendere un po’ difficile per i viaggiatori abituati a fare affidamento su determinati siti e app. La stragrande maggioranza dei siti bloccati è occidentale, quindi i locali cinesi non sono così colpiti dagli intensi livelli di censura. Tanto per avere una misura delle cose, ecco l’elenco dei social media che sono bloccati in Cina e alcuni dei siti Web più grandi a cui non si può accedere grazie al “Great Firewall of China”:

Siti di social media bloccati in Cina

  • Blogspot
  • Facebook
  • Messaggero di Facebook
  • Flickr
  • Google Plus
  • Instagram
  • Periscopio
  • Pinterest
  • Quora
  • Reddit
  • lento
  • Snapchat
  • Tinder
  • Tumblr
  • Contrazione
  • Twitter
  • WhatsApp
  • Youtube

Altri siti importanti e servizi di streaming vietati in Cina

  • ABC
  • BBC
  • CNN
  • Movimento quotidiano
  • Dropbox
  • L’economista
  • Gmail
  • Google
  • documenti Google
  • Il guardiano
  • le Monde
  • Netflix
  • New York Times
  • Reuters
  • giornale di Wall Street
  • Wikipedia (in inglese)
  • Yahoo

Tuttavia, è possibile accedere ad alcuni di questi concorsi bloccati in Cina utilizzando un’app che crea una VPN (rete privata virtuale) così da fare apparire che il device stia navigando come se fosse in un Paese diverso. L’anno scorso la Cina ha anche iniziato a porre limiti alla quantità di tecnologia che i giovani possono utilizzare.

I funzionari del paese hanno deciso che anche gli adolescenti sarebbero stati limitati a tre ore di videogiochi online a settimana. Le nuove rigide regole sono state annunciate dall’agenzia di stampa statale Xinhua dopo che i genitori hanno riferito che la dipendenza dal gioco stava ostacolando gli studi e la salute dei loro figli. I creatori di giochi dovranno impostare sistemi anti-dipendenza e di verifica del nome reale e implementarli “con decisione”.

L’autorità di regolamentazione dei giochi cinese, la National Press and Publication Administration, ha affermato che intensificherà le ispezioni delle aziende per garantire che i limiti di tempo vengano applicati. Ha aggiunto che genitori e insegnanti possono svolgere ruoli chiave nel frenare la dipendenza dal gioco.

Un portavoce dell’amministrazione ha dichiarato: “Gli adolescenti sono il futuro della nostra madrepatria. La tutela della salute fisica e mentale dei minori è legata agli interessi vitali delle persone, e riguarda la coltivazione delle nuove generazioni nell’era del ringiovanimento nazionale”.

Le restrizioni, che si applicano a qualsiasi dispositivo, inclusi i telefoni, vanno ben oltre le regole stabilite nel 2019 quando la Cina ha ridotto il tempo di gioco a 90 minuti in qualsiasi giorno e tre ore nei giorni festivi.