NIKON
NIKON

Champions League regina sui social. In Tv Sky (forse) si tiene tutto, niente in chiaro. In streaming ci sarà Prime Video

Champions League, (regina delle Coppe Europee insieme con le “sorelline” Europa e Conference) sempre più forte e potente. Sia per appeal, sia per valore, sia per coinvolgimento da parte degli utenti: tanto allo stadio, quanto davano agli schermi, e non di meno sui vari social.

La principale competizione europea è diventata un’autentica miniera di soldi, in grado di muovere interessi crescenti per club e tifosi. E guardando all’anno che verrà (la partenza è previsto a settembre, praticamente manca un soffio) vale la pena tenere conto di un paio di indicatori.

Champions League: il grande impatto sui social

Le competizioni internazionali, come noto, sono sempre più rilevanti. Al punto che sempre nell’estate 2025 verrà lanciata la prima edizione allargata del Mondiale per Club con il patrocinio della Fifa. Ma è evidente che nel Vecchio Continente le Coppe Europee riveste un peso più che rilevante, per storia e blasone. Su tutte spicca la Champions League che sposta milioni di tifosi, ne coinvolge altrettanti davanti agli schermi, per non parlare delle interazioni social.

Screenshot

Già proprio sulle piattaforme online, Comscore ha pubblica i numeri Champions League appena archiviata – con la vittoria del Real Madrid – esaminando l’impatto sui social anche attraverso i canali dell’organizzazione che hanno ottenuto il maggior engagement, le squadre di calcio che hanno generato più interesse, i principali influencer social durante la competizione e i contenuti che hanno avuto il maggiore engagement nella partita finale. Ebbene, questi i dati salienti considerando TikTok, Facebook, Instagram e X: 1,6 miliardi di action totali, per 9,6 miliardi di visualizzazioni video. Real Madrid, Galatasaray e Bayer di Monaco i club con l’engagement più elevato. E ancora: 8 milioni di action sono state generate dal miglior post, mentre tra i personaggi (giornalisti, influencer e calciatori) la performance migliore l’ha ottenuta Fabrizio Romano, seguito dal talento Jude Bellingham.

Diritti Tv e streaming: tutto in mano a Sky e Amazon Prime Video

Ciò premesso, c’è un altro elemento da non trascurare che riguarderà la fruizione in Tv e streaming della Champions League a partire dal prossima stagione 2024/2025. Le trasmissioni in Tv saranno tutte in mano e (pare) solo alla rete satellitare Sky (185 su 203 sfide). Non ci saranno condivisioni con altre reti per l’emissione di partite in chiaro, almeno fino alle semifinali e finali, ancor più se ci saranno in campo formazioni italiane. Un cambiamento non da poco, visto che la Tv satellitare (che nelle tre stagioni appena archiviate aveva concluso un’intesa con Mediaset per la gara del martedì sera su Canale 5) avrà solo da misurarsi con Amazon prime Video che ha acquisito i diritti per il miglior match del mercoledì. Tutto il resto delle Coppe Europee, che vivranno la prima edizione ancora più ampia e allargata (con 5 squadre italiane in Champions – Inter, Milan, Juve, Atalanta e Bologna -, due in Europa – Lazio e Roma – e una in Conference – Fiorentina) sarà a beneficio di Sky e di coloro che sottoscriveranno l’abbonamento. Qualcuno non esclude che possano essere attivati accordi last minute (la rai avrebbe voglia e bisogno di tornare a respirare l’aria del grande calcio internazionale di club). Ma al momento prevale il silenzio sulla materia.

NIKON
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
SHADOW NINJA
SUBSONIC