Samsung pc

Microsoft non installa più automaticamente il rollup mensile di Windows 7 di marzo, ma il KB 4088875 è ancora disponibile nel catalogo di aggiornamento. Vale sempre il consiglio di non installare mai nulla in automatico su Windows 7.

Ora sono solo disponibili due patch, l’antivirus mensile e la classica KB2952664, diventata da qualche mese importante e selezionata ma che resta sempre un pezzo di spyware ereditato da Windows 10. La KB 4088875 ha qualche problema:

  • i server SMB perdono memoria
  • uno Stop error (schermata blu) se installata su macchine a 32-Bit (x86) con la modalità Physical Address Extension (PAE) disabilitata
  • uno Stop error (schermata blu) su macchine che non supportano Streaming Single Instructions Multiple Data (SIMD) Extensions 2 (SSE2)
  • problemi con gli indirizzi IP sulle virtual Network Interface Cards (vNICs).

Le patch di marzo chiudevano per Windows 7 21 vulnerabilità importanti, per Windows 10 ver1709 24 vulnerabilità importanti (la classificazione e’ di Microsoft quindi non sempre realmente importanti…).

Winupdate: non scaricate tutto automaticamente

In assenza di bug zero day catastrofici per il miliardo di pc con Windows 7 la soluzione migliore è quella di non avere fretta e aspettare sempre una settimana dopo il secondo martedì del mese prima di installare le nuove patch.
Basta selezionare in WinUpdate l’opzione Verifica la disponibilità di aggiornamenti ma consenti all’utente di scegliere se installarli.
I problemi normalmente escono fuori nei primi 3 giorni di distribuzione.