playit

Bill Gates ancora una volta non le ha mandate a dire. Stavolta le ha dette in rima (quasi) agli NFT (non-fungible token). O meglio, li ha liquidati ha liquidato così: “Sono basati al 100% su una teoria stupida”, e cioè sul concetto finanziario che anche gli asset troppo cari possono fare soldi fin quando si trova un idiota più grande a cui venderli. Il miliardario e fondatore di Microsoft ha voluto chiarire che dagli NFT intende starsene per bene alla larga, preferendo investire in in asset con risultati tangibili, come fattorie o fabbriche. Il tutto senza far mancare una giusta dose di sarcasmo: “Ovviamente, le costose immagini digitali delle scimmie miglioreranno immensamente il mondo”: ogni riferimento è stato puramente voluto progetto NFT di punta, Bored Ape Yacht Club.

Bill gates e valutazioni sulle criptovalute

Bill Gates nel ribadire che per quel che concerne gli NFT non ha mai ricoperto posizioni, chiarendo che non è coinvolto in alcuna operazione, non ha lesinato le sue perplessità anche sul tema delle criptovalute, che per altro stanno vivendo una fase molto complicata con il Bitcoin in caduta libera. “Penso che le persone vengano portate in queste manie e potrebbero non avere tanti soldi da risparmiare, credendo si trovare una scorciatoia”. Ma la volatilità delle criptovalute è sotto gli occhi di tutti. Nel 2021 novembre 2021, il Bitcoin aveva toccato la soglia record di 64.000 dollari. Le ultime contrattazioni lo hanno ridimensionato fino a 20.000 dollari. Allo stesso modo, anche i prezzi degli NFT sono diminuiti drasticamente. Alcuni dei più grandi progetti, come il già citato Bored Ape Yacht Club, hanno più che dimezzato il valore. Allo stesso tempo, il volume degli scambi è aumentato, poiché gli acquirenti cercano di acquisire asset digitali a prezzi stracciati.