playit

I dati pubblicati da Counterpoint fotografano la base installata degli smartphone dei principali produttori. E se Apple rimane stabile, crescono Samsung, Xiaomi, Oppo e Vivo. A farne le spese, complici i problemi affrontati nel 2020 a causa dell’inasprimento delle sanzioni commerciali statunitensi, è stata Huawei. Secondo l’istituto di ricerca, la società, che era riuscita a mantenere la sua quota di mercato globale grazie all’incremento della market share in Cina, ha iniziato a mostrare un calo globale già dal quarto trimestre del 2020. Alla fine del primo trimestre del 2021, la sua quota complessiva era del 4,6 %. Tuttavia, la quota di base installata di smartphone Huawei si aggira ancora al 9,7% (dato di marzo 2021). Secondo Counterpoint anche quest’ultimo dato è, però, destinato a contrarsi a causa della riduzione del volume di vendite.

Huawei: dai flagship alla carenza di componenti

Huawei sta rispondendo alla carenza di componenti concentrandosi sui suoi smartphone di punta di fascia alta. Le vendite di Huawei sono diminuite drasticamente dal quarto trimestre del 2020, ma le performance di sell-out delle sue serie di punta, la P e la Mate, sono rimaste sopra i 10 milioni di unità nello stesso trimestre. Queste due gamme si sono assestate a 7 milioni di unità nel primo trimestre del 2021 a causa dello shortage. Si tratta del primo trimestre in quattro anni in cui Huawei ha totalizzato meno di 10 milioni di smartphone per periodo fiscale. Il dato più basso precedente è stato il quarto trimestre 2016 con 12 milioni di device. Questo calo delle vendite di punta non è stato ancora visto nei dati della base installata. La base installata del prodotto di punta di Huawei ha mantenuto una quota del 36% a marzo 2021, che è la stessa di marzo 2020.

La Top 5 di smartphone Huawei per base installata

I primi cinque modelli di smartphone Huawei per base installata mostrano battute d’arresto per le sue vendite di punta. Nel marzo 2020, i tre i modelli della serie P30, presenti sul mercato da circa un anno, sono entrati nella Top 5. Ma nel marzo 2021, la serie P40 non è riuscita a farsi spazio nella classifica. Invece, la serie P30 ha conquistato i primi 3 posti. Questo perché i modelli P40 non possono avere Gms (Google Mobile Services) a causa delle sanzioni statunitensi, limitando le loro vendite al di fuori della Cina.