HUAWEI
PANTHEK

ASML cresce in una Cina più forte nella produzione di chip. Ma gli Usa…

Un accordo segreto tra gli Stati Uniti e i Paesi Bassi lo scorso anno per limitare le consegne di ASML Holding alla Cina non ha fermato l’aumento delle vendite delle apparecchiature olandesi per la produzione di chip. L’accordo, di cui non si era mai parlato prima, è fallito quando ASML si è rivolta a Pechino per compensare la debole domanda altrove. Il governo olandese ha consentito più spedizioni, consentendo alla Cina di fare scorta di attrezzature prima che le nuove restrizioni all’esportazione mediate dagli Stati Uniti entrassero in vigore questo mese. Originariamente inteso come soluzione provvisoria prima che tali restrizioni entrassero in vigore, l’accordo tra Stati Uniti e Paesi Bassi avrebbe dovuto dare priorità alle spedizioni delle macchine per litografia ultravioletta profonda ad immersione dell’azienda verso mercati al di fuori della Cina, secondo persone a conoscenza dell’accordo che hanno parlato a condizione di anonimato.

Ma la crisi globale ha spinto ASML a esercitare pressioni con successo sull’Aia per ottenere licenze di esportazione in Cina di kit critici per la produzione di semiconduttori, deludendo le aspettative dei funzionari statunitensi secondo cui l’accordo limiterebbe le consegne, hanno affermato. Invece, la Cina è diventata il mercato più grande di ASML nel 2023 poiché le aziende locali si sono affrettate ad acquistare attrezzature prima dell’imminente divieto di esportazione.

ASML è l’unico produttore delle macchine necessarie per realizzare i semiconduttori più sofisticati e i chip che le sue apparecchiature possono produrre per applicazioni militari. La spinta degli Stati Uniti per indebolire le ambizioni di Pechino nel settore dei semiconduttori ha sempre più preso di mira l’azienda olandese, attirando le ire del capo uscente di ASML, Peter Wennink , e di alcuni legislatori locali. Secondo alcune fonti, ASML non ha violato la lettera dell’accordo nonostante fosse sostanzialmente segreto. Ma una crisi prolungata nel settore dei semiconduttori ha limitato la domanda di macchine ASML altrove. “I Paesi Bassi hanno un dialogo costante con i partner sui controlli delle esportazioni”, ha affermato il ministero del Commercio estero olandese in una dichiarazione a Bloomberg. L’interlocutore ha rifiutato di commentare casi specifici o le considerazioni di sicurezza nazionale di cui tiene conto. Un portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha rifiutato di commentare.

A dicembre, le importazioni di apparecchiature di litografia dai Paesi Bassi sono aumentate di quasi il 1.000% rispetto all’anno precedente a 1,1 miliardi di dollari, poiché le aziende si sono affrettate ad acquistare prima dell’inizio delle restrizioni olandesi questo mese. Le macchine ASML sono utilizzate per restringere e quindi stampare modelli di transistor su wafer di silicio, che vengono poi suddivisi in singoli chip. Una singola macchina può avere le dimensioni di un autobus e gli ultimi modelli costano più di 300 milioni di dollari. ASML sostiene che la maggior parte delle apparecchiature inviate in Cina non sono all’avanguardia: “Il novanta per cento del nostro business in Cina ha a che fare con tecnologie mature”, ha detto mercoledì Weennink in un’intervista a Bloomberg.

Tuttavia, la seconda macchina più avanzata prodotta da ASML – le sue macchine a immersione nell’ultravioletto profondo che, a differenza del modello con specifiche più elevate, non erano soggette a un divieto di esportazione fino a quest’anno – ha contribuito a dare una svolta alla produzione di chip cinese. L’attrezzatura dell’azienda è stata utilizzata dalla cinese Semiconductor Manufacturing International Corp. (Smic) per produrre un chip da 7 nanometri per il Mate 60 di Huawei.

Quel chip ha dimostrato capacità produttive ben oltre ciò che gli Stati Uniti stavano cercando di impedire e ha sollevato il timore a Washington che sia troppo tardi per fermare i progressi della Cina nel settore dei semiconduttori. Dopo che l’accordo segreto non è riuscito a frenare le consegne di ASML, gli Stati Uniti hanno adottato ulteriori misure per limitare il commercio. In ottobre i funzionari statunitensi hanno svelato nuovi limiti unilaterali alle esportazioni di macchine DUV da parte di società straniere. Poi, alla fine dello scorso anno, i funzionari statunitensi hanno chiesto ad ASML di interrompere immediatamente le spedizioni programmate di alcune apparecchiature ai clienti cinesi.

L’atteggiamento aggressivo di Washington ha ricevuto reazioni contrastanti nei Paesi Bassi. Alcuni funzionari hanno accusato gli Stati Uniti di intimidire la più grande azienda del paese. Tuttavia, il ministro della Giustizia Dilan Yesilgoz-Zegerius ha detto a novembre che il governo avrebbe dovuto agire più rapidamente per limitare le esportazioni. Poiché ASML ha incrementato le vendite in Cina, alcuni concorrenti hanno registrato un calo della quota cinese delle loro vendite.

Le vendite in Cina di Applied Materials, il più grande produttore statunitense di ingranaggi truciolari, sono diminuite per il secondo anno consecutivo, riducendosi al 27% del fatturato nell’anno fiscale 2023. L’anno scorso, Lam Research Corp. ha ottenuto circa un quarto del le sue entrate dalla Cina, in calo rispetto a un picco di oltre il 35%. Anche la giapponese Tokyo Electron ha ridotto la quota di entrate provenienti dal suo vicino dell’Asia orientale nell’ultimo anno fiscale. Il Giappone, come i Paesi Bassi, è stato costretto da Washington a creare barriere per le aziende cinesi di semiconduttori.

PANTHEK
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC