PURO
PURO

Apple Wwdc24 apre i battenti il 10 giugno: la IA sarà protagonista?

Ci si aspetta che alla conferenza mondiale degli sviluppatori, Apple giocherà la carta dell’intelligenza artificiale. La Worldwide Developers Conference (WWDC) 2024 inizierà con il keynote del 10 giugno e durerà fino al 14 giugno. L’azienda di Cupertino di solito sfrutta questo palcoscenico per svelare le nuove versioni dei sistemi operativi, che saranno poi il centro delle novità delle future generazioni di device (in particolare iPhone). Quest’anno l’aspettativa è ancora più alta, perché ci si aspettano manovre in grande stile sulla IA generativa: comparto sul quale la Mela morsicata non ha ancora mosso un dito (almeno visibilmente, perché siamo certi che dentro ai corridoi dell’azienda l’intelligenza artificiale è diventata un must).

Si legge nella nota ufficiale di Apple:

La WWDC24 metterà in luce gli ultimi progressi di iOS, iPadOS, macOS, watchOS, tvOS e visionOS. Nell’ambito del costante impegno di Apple nell’aiutare gli sviluppatori a migliorare le proprie app e i propri giochi, l’evento fornirà loro anche un accesso esclusivo agli esperti Apple, oltre a informazioni su nuovi strumenti, framework e funzionalità.

“Siamo davvero entusiasti di entrare in contatto con sviluppatori di tutto il mondo per una settimana straordinaria di tecnologia e comunità alla WWDC24”, ha affermato Susan Prescott, vicepresidente Worldwide Developer Relations di Apple. “L’obiettivo della WWDC è condividere nuove idee e fornire ai nostri straordinari sviluppatori strumenti e risorse innovativi per aiutarli a realizzare qualcosa di ancora più meraviglioso.”

Secondo quanto riferito, Apple ha speso milioni al giorno per addestrare i propri modelli e si dice che stia anche corteggiando gli editori per formare partnership sui contenuti. Ma altri rapporti recenti hanno suggerito che potrebbe concludere un accordo con Google, OpenAI o Anthropic (o Baidu in Cina ) per fornire funzionalità di intelligenza artificiale basate su cloud nei prossimi iPhone, mantenendo le proprie funzionalità generative rigorosamente sul dispositivo. Secondo un recente rapporto di Bloomberg, Apple potrebbe potenzialmente anche aprire il suo ecosistema a tutti gli sviluppatori di intelligenza artificiale per una profonda integrazione nei suoi dispositivi.

Naturalmente, l’azienda parla da anni di machine learning su dispositivo, ma ora che l’intelligenza artificiale generativa è una questione così importante, Apple sembra pronta a potenziare le sue capacità anche in quell’area. Il primo dispositivo sul quel ha detto espressamente essere “il miglior notebook consumer al mondo per l’intelligenza artificiale” è stato il MacBook Air M3.

A parte l’intelligenza artificiale, possiamo aspettarci uno step evolutivo interessante e un rinnovamento delle funzionalità per iOS, iPadOS, macOS, watchOS e gli altri sistemi operativi dell’azienda. Alcuni aggiornamenti includono la possibilità di posizionare le icone delle app dove vuoi sull’iPhone, “scene” in Freeform e nuove scorciatoie per l’accessibilità . È anche possibile che Apple possa introdurre due nuovi modelli AirPods e cuffie AirPods Max aggiornate con Usb-C.

La Wwdc 2023 ha portato a battesimo il visore Vision Pro e Apple è chiamata a proporre una piattaforma più matura e completa di quella oggi disponibile. La medesima edizione è stata anche teatro del passaggio completo e totale dei device su Apple Silicon, basato su architettura Arm, ed è lecito attendersi che quest’anno l’azienda spingerà il limite di utilizzo ancora più in avanti rispetto a quanto disponibile finora. Anche in questo caso, la IA sarà determinante.

PURO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC