apple event 7 settembre 2022 igizmo iphone 14
GAMESEAT

L’indiscrezione pubblicata qualche giorno fa da Bloomberg è stata puntualmente comprovata e ufficializzata dall’invio da parte di Apple degli inviti per un evento il 7 settembre prossimo alle 19 ora italiana. Non c’è un titolo, solo la dicitura “Apple Event” (si può seguire in diretta streaming in questa pagina) posta sotto a una sorta di galassia che si organizza a forma di Mela morsicata. Di solito, la società di Cupertino nasconde messaggi nelle grafiche degli inviti e uno dei passatempi online più diffusi è cercare di “leggere” questi suggerimenti. A noi sembra che Apple voglia rimandare l’attenzione all’ecosistema (la logica di universo e di galassia è evidente) che si concretizzerà intorno al nuovo iPhone 14. Ecosistema tanto di device, dal Watch alle AirPods, quanto e soprattutto di app e servizi, ambito in cui è presumibile che Apple si concentrerà sul fitness e sul benessere, tanto da averlo dichiarato apertamente come focus per i prossimi anni.

A pochi giorni dai nuovi iPhone 14, che segneranno anche la fine della dipendenza produttiva di Apple nei confronti della Cina perché saranno attivate fabbriche in India, proviamo a ipotizzare cosa mostrerà Tim Cook, ceo dell’azienda, all’Apple Park. Per la cronaca e i bene informati, l’evento sarebbe in corso di registrazione proprio in questi giorni.

iPhone 14 Pro e Pro Max

Apple rivelerà iPhone 14, su questo pensiamo non ci siano dubbi. Ma il modello di base probabilmente non sarà il protagonista dello spettacolo. Si prevede che iPhone 14 Pro e Pro Max porteranno la maggior parte delle nuove ed entusiasmanti funzionalità.

Ci sono tre grandi caratteristiche previste nel 14 Pro e Pro Max: la funzione Always on display, ossia scermo sempre attivo (una caratteristica che i telefoni Android hanno avuto per anni); una fotocamera posteriore da 48 megapixel con un sensore più grande; uno schermo che elimina il notch in favore di ritagli della fotocamera più piccoli. Il telefono dovrebbe anche avere un chip aggiornato: l’A16 Bionic. A cui si sommano nuove funzioni e caratteristiche tali da permettere ad Apple di giustificare un presunto, quanto inevitabile nell’attuale situazione macroeconomica, aumento dei prezzi.

Tuttavia, non sembra che la versione standard di iPhone 14 arriverà con molti cambiamenti importanti rispetto all’attuale 13. Il più grande aggiornamento del modello non Pro dovrebbe essere l’introduzione di un’opzione con display più grande da 6,7 ​​pollici. Precedenti indiscrezioni dell’analista Ming-Chi Kuo indicano che l’iPhone 14 (oltre a Pro e Pro Max) potrebbe anche avere una fotocamera selfie migliore che utilizza l’autofocus. Per quanto riguarda le prestazioni, l’iPhone 14 di base utilizzerà probabilmente lo stesso processore A15 utilizzato nella serie iPhone 13. Difficile, ma non impossibile, che Apple torni sui suoi passi e mostri un nuovo Mini.

Apple Watch: uno o trino?

Apple si starebbe preparando a lanciare tre nuovi modelli di Apple Watch: Watch Series 8; un SE aggiornato; un nuovo robusto modello “Pro” progettato per gli atleti che praticano sport estremi. Secondo il giornalista di Bloomberg Mark Gurman, Watch 8 sarà dotato di un nuovo chip S8, ma non offrirà un sostanziale miglioramento delle prestazioni rispetto ai chip S7 e S6. Sebbene Apple potrebbe non includere ancora un modo per monitorare la pressione sanguigna, una delle novità presunte è costituito dal sensore di temperatura corporea.

Nel frattempo, il nuovo Apple Watch SE dovrebbe sostituire il Watch Series 3, oggi proposto come scelta entry level. Probabilmente verrà fornito con lo stesso chip S8, un aggiornamento rispetto al chip S5 utilizzato dal modello SE 2020. A parte questo, non sembra che ci siano altri enormi cambiamenti in serbo: dovrebbe mantenere le stesse dimensioni del display dell’attuale SE.

Per quanto riguarda il presunto robusto Apple Watch “Pro”, Gurman ritiene che potrebbe essere dotato di un “display da quasi 2 pollici” più grande che è “più resistente agli urti”. Potrebbe anche sfoggiare una cassa in “metallo resistente” invece di un esterno gommato a cui si era accennato in precedenza. Non sarà economico ma posizionato al pari di orologi rugged e di pari calibro: Gurman si aspetta che costi da 900 a 999 dollari.

La nuova generazione di AirPods Pro

Gli AirPods Pro non hanno ricevuto un aggiornamento dal loro lancio iniziale nel 2019. Ora, quasi tre anni dopo, potremmo finalmente vedere il rilascio di AirPods Pro 2. I nuovi AirPods Pro potrebbero assomigliare ai Beats Fit Pro, con un design che prevede una “ala” per meglio ancorare gli auricolari all’orecchio. Potrebbero anche avere funzioni dedicate al monitoraggio del fitness grazie al potenziale per sensori di movimento aggiornati.

Kuo ha anche accennato alla possibilità che gli AirPods Pro supportino l’audio lossless, consentendo un suono di qualità superiore. Ciò renderebbe anche AirPods Pro 2 il primo modello a utilizzare l’Apple Lossless Audio Codec (ALAC), insieme agli AirPods Max. Se AirPods Pro 2 finisce per supportare l’Apple Lossless Audio Codec, sarà interessante vedere come Apple riesce ad aggirare i limiti del Bluetooth, che generalmente richiede la compressione della qualità audio.

Anche la custodia di ricarica AirPods Pro 2 potrebbe ricevere un aggiornamento. Potrebbe essere dotato di un piccolo altoparlante che emette un suono quando si prova a localizzarlo con l’app Dov’è. Solo gli AirPod stessi emettono un suono in questo momento e aggiungere la capacità alla custodia potrebbe tornare utile se si separasse dai tuoi AirPods.

Non solo hardware: saranno di scena anche iOS 16 e WatchOS 9; iPadOS 16 è rimandato più avanti

Abbiamo sentito parlare per la prima volta di iOS 16 quando Apple lo ha annunciato a giugno e in estate è arrivata la beta pubblica del sistema operativo per iPhone, così da aprire la possibilità a chiunque di installarlo e provarlo in anteprima. Gurman afferma che Apple ha concluso lo sviluppo di recente ed è probabile che la società lanci una versione finalizzata di iOS 16 entro circa una settimana dal suo evento iPhone 14.

iOS 16 offre una serie di nuove funzionalità, inclusa la possibilità di modificare e annullare l’invio di messaggi, nonché una schermata di blocco personalizzabile. Introduce anche notifiche riposizionate che appaiono nella parte inferiore della schermata di blocco e un widget per la schermata di blocco delle attività dal vivo che fornisce aggiornamenti su eventi in tempo reale, come risultati sportivi o progressi nella consegna del cibo. Ed è tornata l’indicazione della percentuale della batteria.

Oltre a iOS 16, Apple potrebbe anche lanciare watchOS 9 insieme ai suoi tre nuovi smartwatch. La beta di watchOS 9 è disponibile da un paio di mesi ed è destinata a portare alcuni miglioramenti all’Apple Watch. Ciò include nuove metriche di corsa, promemoria sui farmaci, monitoraggio della fase del sonno, monitoraggio AFib passivo e personalizzazione migliorata del quadrante.

Per iPadOS 16, la versione di iOS 16 destinata agli iPad, bisognerà attendere ancora qualche tempo perché a Cupertino stanno perfezionando una serie di funzioni, tra cui il multitasking, l’interazione con il Mac e così via.

“One more thing” su Apple e iPhone 14

Volendo fare volare la fantasia, all’evento di Apple del 7 settembre possiamo aspettarci un nuovo iPad Pro dotato di M2 e un iPad entry-level con il chip A14. Si dice anche che Apple rilascerà tre nuovi Mac, tra cui un Mac Mini, Mac Pro e MacBook Pro, tutti con il chip M2 di Apple. Probabilmente anche iPadOS e macOS Ventura arriveranno in questo periodo. Però, in tutta sincerità, questo nugolo di nuovi annunci è ipotizzabile che venga battezzato con un evento dedicato qualche tempo dopo l’annuncio degli iPhone 14.

Poche le speranze di vedere il visore di realtà mista, aumentata e virtuale perché è più probabile sia un prodotto destinato al 2023. Secondo la video intervista nell’ambito del nostro evento iGizmo Mobile Show 2022 ad Alex Agius Saliba, Eurodeputato che fa parte del gruppo politico dei socialisti del Parlamento europeo e che ha seguito il varo dell’obbligo della porta Usb-C per 15 categorie di device entro l’autunno 2024, questo potrebbe essere l’anno giusto per vedere l’iPhone con porta Usb-C. Apple di fatto ha tempo ancora due eventi per sostituire il Lightning (quello del 2023 e quello di settembre 2024) ma magari…