NIKON
NIKON

Apple e Meta: prima dell’estate potrebbero arrivare le decisioni dell’Ue in materia di concorrenza ai sensi del DMA

Apple e Meta probabilmente dovranno affrontare prima di agosto l’intervento della Commissione Ue ai sensi del Digital Markets Act (DMA) per non aver rispettato – da quanto si apprende a Bruxelles – le regole in materia di concorrenza.

apple intelligence openai chatgpt igizmo
Apple accusata con Meta dall’Ue di violare le regole del DMA

L’indagine messa a punto dall’Ue prende di mira le regole guida di Apple, che secondo le autorità di regolamentazione impongono limitazioni che impediscono agli sviluppatori di app di informare gratuitamente gli utenti sulle offerte esterne all’App Store, oltre alle nuove tariffe imposte agli sviluppatori di app. Pare invece che una seconda indagine incentrata sulla schermata di scelta del browser web Safari richiederà probabilmente più tempo. Per quel che concerne Meta – stando ai rumors – le accuse atterrebbero al modello di pagamento o consenso recentemente introdotto in cui gli utenti pagano una quota di abbonamento per Facebook e Instagram senza pubblicità

Apple e Meta: le indagini dell’Antitrust Ue

La Commissione Ue ha avviato indagini su Apple, Meta e Google nello scorso mese di marzo, ai sensi del Digital Markets Act, il nuovo pacchetto di norme che richiede alle Big Tech di fare spazio ai rivali più piccoli per competere e rendano più semplice per le persone spostarsi tra servizi online concorrenti come piattaforme di social media, browser Internet e app store. Le autorità di Antitrust dell’Ue pubblicheranno risultati preliminari prima della pausa estiva di agosto. Le aziende possono offrire rimedi per affrontare le preoccupazioni emerse prima di una decisione finale.

vestager ia europa stati uniti igizmo

Questa – sarebbe in agenda prima che il Commissario alla Concorrenza, Margrethe Vestager (foto sopra) lasci il proprio incarico a novembre (quando subentrerà il nuovo esecutivo di Bruxelles dopo gli esiti delle scorse elezioni europee) – potrebbe includere multe fino al 10% del fatturato annuo globale di un’azienda per violazioni.

NIKON
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
SHADOW NINJA
SUBSONIC