iPhone-Apple-chips-A15 igizmo
playit

All’inizio di quest’anno, un interessante rapporto dell’analista Ming-Chi Kuo ha rivelato che Apple potrebbe mantenere il futuro chip A16 esclusivamente per i modelli di iPhone 14 Pro, mentre i normali modelli di iPhone 14 riceveranno il chip A15 attualmente impiegato sulla gamma iPhone 13. In un nuovo rapporto, Kuo ha aggiornato le sue previsioni e afferma che i modelli di iPhone entry-level e di fascia media non potranno contare sui più recenti processori della serie A a iniziare dalla prossima generazione di iPhone e per il futuro perché l’azienda ha cambiato la sua strategia aziendale.

iPhone 14 con chip A15

Secondo l’analista Kuo, Apple dovrebbe annunciare quattro nuovi modelli di iPhone nel 2022: iPhone 14, iPhone 14 Max (una versione più grande da 6,7 ​​pollici che sostituirà iPhone mini), iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max. Se i normali modelli di iPhone 14 manterranno lo stesso design dell’iPhone 13 con aggiornamenti interni minimi, la gamma Pro otterrà maggiore attenzione con un nuovo design dello schermo e significativi aggiornamenti della fotocamera.

Questa non sarebbe la prima volta che Apple mantiene importanti aggiornamenti come un nuovo design esclusivo per i modelli di iPhone più costosi. Nel 2017, iPhone X è stato introdotto con un nuovissimo design, Face ID e altre nuove tecnologie, mentre iPhone 8 e iPhone 8 Plus erano solo versioni migliori di iPhone 7.

Tuttavia, iPhone 8 e iPhone X erano alimentati dallo stesso chip A11 Bionic. Apple ha seguito questa strategia negli anni successivi con iPhone XR e iPhone XS, iPhone 11 e iPhone 11 Pro e così via. Ora sembra che le cose cambieranno.

A seguito delle analisi di Kuo, pubblicate sia da 9to5Mac sia da Bloomberg, ci sarebbe la conferma di fonti indipendenti che solo due dei quattro modelli di iPhone 14 riceveranno un nuovo chip più veloce. Sebbene alcuni analisti ritengano che Apple utilizzerà una versione più potente del chip A15 con 6 GB di RAM anziché 4 GB nei nuovi telefoni, l’architettura sarà la stessa che si trova nei chip iPhone 13.

All’inizio si pensava che questa potesse essere una mossa temporanea a causa della carenza globale di chip, ma ora Kuo sembra che la scelta rientri in un contesto strategico radicato nell’azienda.

Gli iPhone entry-level e di fascia media non avranno più gli ultimi chip Apple.

Una nuova strategia aziendale

In un articolo sul suo blog personale, Kuo ha osservato che le enormi differenze tra l’iPhone 14 di fascia media e l’iPhone 14 Pro di fascia alta dovrebbero rendere i modelli più costosi ancora più apprezzati dai consumatori. Mentre in precedenza l’iPhone 14 Pro doveva rappresentare dal 40% al 50% delle vendite dei nuovi modelli entro la fine del 2022, ora la stima è stata aumentata fino al 60%.

Ma ecco qualcosa che non è mai stato detto prima: Kuo ora afferma che, d’ora in poi, i più recenti chip di Apple saranno esclusivi dei modelli di iPhone di fascia alta. In altre parole, l’analista ritiene che Apple non rilascerà più modelli di iPhone entry-level e di fascia media con i suoi chip più recenti e migliori.

Mantenere il nuovo processore per i modelli di iPhone più costosi porterà, questa è la speranza, più persone ad acquistare queste varianti invece di quelli più economici, il che comporterà un aumento del prezzo medio dell’iPhone. Ciò significa che il profitto di Apple dalle vendite di iPhone sarà ancora più alto. Ovviamente, Kuo osserva anche che ciò andrà a vantaggio dell’intera supply chain, si pensi solo ai sensori fotografici, che alimenta gli iPhone di fascia alta.

Il più recente processore sarà in futuro esclusivo per i modelli di fascia alta di iPhone, quindi un’elevata percentuale di spedizioni di modelli di fascia alta di iPhone sarà la norma, favorendo i fornitori di componenti per fotocamere di fascia alta. Se tutto ciò è vero, sembra che i giorni in cui si disponeva di un’intera gamma di iPhone con lo stesso nuovo chip siano finiti. D’altra parte, questa non è una sorpresa dal momento che Apple ha fatto qualcosa di simile con la gamma di iPad. I modelli più costosi sono dotati degli stessi chip dei Mac, mentre i modelli iPad più economici rimangono con i chip iPhone.

Se tutto andrà come previsto, Apple probabilmente introdurrà iPhone 14 e iPhone 14 Pro a settembre. Vale la pena notare che la disponibilità potrebbe essere limitata al lancio a causa di problemi di fornitura.