IWS21

L’appuntamento è stasera. Alle 18 ora italiana Amazon manderà in scena un evento dedicato alla nuova line up dei prodotti hardware. Come da tradizione, la vigilia è scandita da rumors e anticipazioni che rimbalzano dall’altra parte dell’Oceano. E dunque, in attesa delle conferme, ecco alcuni dei devi che potrebbero trovare spazio sulla rampa di lancio da parte del colosso dell’e-commerce.

Amazon, l’hardware più atteso 

Dopo il recente annuncio del nuovo Paperwhite (come a dire che per l’ambito Kindle il più sia stato fatto), secondo quanto fatto trapelare da Bloomberg le maggiori novità riguarderebbero la linea Echo. Alle viste ci sarebbe un nuovo modello montato a parete o su supporto, con display da 15 pollici, dunque molto più grande, e potrebbe fungere da pannello di controllo per altri dispositivi domestici intelligenti. Per stare a questo brand, più di una voce accredita come possibile anche un aggiornamento per Echo Auto. Del resto, molti attuali modelli Echo sono disponibili a prezzi fortemente ribassati. Un segnale interpretato da molti come apripista al rinnovamento della gamma. Si vocifera anche di una soundbar basata su Alexa con una fotocamera integrata in grado di semplificare le videochiamate. Aspettative non inferiori stanno riguardando il drone Always Home Cam, che Amazon aveva mostrato l’anno scorso sotto l’egida Amazon’s Ring. Probabili anche altri aggiornamenti sempre legati alla linea di prodotti Ring. La curiosità non manca intorno al suo servizio gaming Amazon Luna presentato l’anno scorso. Quindi, per stare all’intrattenimento multimediale viene ipotizzata la presentazione di un device nonostante sia abbastanza recente l’annuncio delle prime Tv del brand e Fire TV Stick 4K Max con pieno supporto a WiFi 6 e maggiore potenza di calcolo.

Tra dubbi e incertezze

In questo gioco alla previsione, gli analisti statunitensi non hanno fatto mancare la giusta quantità di interrogativi in merito ai possibili nuovi lanci di Amazon. I dubbi principali (ma non è affatto detto) sembrano aleggiare intorno al robot domestico Echo Vesta (chi sta lavorando al progetto parla di ritardi nella definizione del prototipo e della preoccupazione che possa trasformarsi in un altro flop alla Fire Phone) e a Seeker il device indossabile abilitato per Alexa per i bambini, che verrebbe fornito con il tracciamento GPS. Scetticismo, infine, relativamente al possibile dispositivo abilitato per Alexa in grado di tracciare e monitorare l’apnea notturna. Vedremo: ormai è questione di ore. E poi Amazon giocherà la sua partita, sgombrando il campo da ipotesi, chiacchiere o previsioni.