playit

Dai rumors dei giorni scorsi, all’ufficialità della notizia. Amazon compra la major Mgm, ossia la Metro Goldwyn Mayer. L’operazione è della portata di 8,45 miliardi di dollari. Il colosso dell’e-commerce dunque si sbrana la casa del leone Ruggente ed entra a piedi uniti nel gran de circo dell’entertainment. Mgm insieme con Warner, Rko, Paramount e 20th Century Fox, era delle “Big Five” di Hollyood, della sua industria cinematografica.  

Guerra aperta a Netflix e Disney+

Come avevamo anticipato, la mossa del gruppo pilotato da Jeff Bezos accende definitivamente la guerra dello streaming che si è scatenata in primis sul mercato Usa. La poderosa e iconica library di Mgm è una dote di valore e di pregio per il servizio Amazon Prime che dunque si appresta ad abbracciare un percorso di concorrenza ancora più intensa nei confronti di Netflix (200 milioni di abbonati) e Disney+ (oltre 100 milioni di abbonati in soli sedici mesi di attività). Il risiko dell’entertainment non ha ancora sopito la sua portata. Indubbiamente, la primavera del 20221 è destinata a segnare un punto di snodo e da ricordare non solo sul calendario. Come non ricordare la recente decisione di AT&T di scorporare Warner e fonderla con e Discovery, creando una potenza che include Hgtv, Cnn, Food Network e Hbo.

La library di Mgm

Nelle fila di Mgm ci sono “brand”, personaggi e film che indubbiamente hanno fatto epoca e storia, oltre ad avere in produzione ha in produzione il prossimo film di James Bond No Time to Die.  Qualche nome? Eccolo: Rocky, RoboCop e la Pantera Rosa. Ma poi c’è anche canale via cavo Epix, proprietà di Mgm. Insomma, un bel tesoretto (per altro ben pagato) che permetterà al colosso del commercio online di Seattle di potenziare. L’attivismo messo in campo da Amazon non conosce sosta. In molti ribadiscono – al pari delle altre Big Tech – che il genere sport continui a essere in testa alle priorità. D’altra parte, nella battaglia dello streaming, l’acquisizione per il triennio 2021-2024 dei diritti per 16 partite di Champions League è un tassello cruciale. Amazon, dunque, prosegue spedita nella sua marcia di ampliamento dell’orizzonte operativo, sulle ali di una crescita che ha portato il colosso a raggiungere la soglia di 386 miliardi di dollari di fatturato.