NIKON
NIKON

Amazon lancia i primi satelliti di prova per la rete Internet Kuiper. Sfida frontale con Space X

Amazon ha lanciato dalla Florida nello spazio la prima coppia di satelliti prototipo per la prevista rete internet Kuiper. Si tratta del primo passo compiuto dal colosso fondato da Jeff Bezos. La road map prevede di dispiegarne altre migliaia in orbita per trasmettere servizi internet a livello globale e competere con Starlink della Space X di Elon Musk, società nella quale ieri la più grande banca italiana, Intesa SanPaolo ha annunciato di voler effettuare un investimento finanziario.

Amazon: il valore della missione spaziale per la rete Kuiper

Prende forma e corpo, dunque la guerra spaziale da due dei più noti rappresentanti del mondo hi-tech statunitense. Amazon ha fatto decollare un razzo Atlas 5 della United Launch Alliance, decorato con il proprio logo, dalla base di Cape Canaveral, trasportando i due satelliti di prova Kuiper. La missione mira a testare i primi dispositivi tecnologici di Amazon nello spazio mentre il colosso dell’e-commerce e dei servizi web punta a schierare altri 3.236 satelliti nei prossimi anni e offrire Internet a banda larga a livello globale, un’impresa che SpaceX di Elon Musk sta mirando con i suoi quasi 5.000 Starlink satelliti in orbita. Amazon ha promesso di investire 10 miliardi di dollari nel suo progetto Kuiper, annunciato nel 2019, l’anno in cui Space X ha iniziato a schierare il suo primo veicolo spaziale Starlink operativo. 

La sfida con Space X per l’Internet via satellite

La Federal Communications Commission degli Stati Uniti richiede ad Amazon di dispiegare metà della costellazione di satelliti pianificata entro il 2026. Si ritiene che il mercato dei servizi Internet a banda larga dai satelliti in orbita terrestre bassa possa valere fino a decine di miliardi di dollari nel prossimo decennio. Con Starlink che rende SpaceX il più grande operatore satellitare del mondo, gli altri rivali di Amazon includono la canadese Telesat, che non ha ancora lanciato satelliti, e OneWeb della società satellitare francese Eutelsat, che offre il suo servizio Internet principalmente a governi e imprese. Come SpaceX, Amazon mira a rivolgersi a singoli consumatori e clienti aziendali con Kuiper, attingendo dal suo playbook sui dispositivi per costruire terminali consumer al costo aziendale di 400 dollari ciascuno, anche se non ha ancora annunciato i prezzi. I terminali consumer Starlink di SpaceX hanno un prezzo di 599 dollari ciascuno. Per distribuire il resto della rete Kuiper, Amazon lo scorso anno ha annunciato un accordo di lancio in blocco per 83 lanci – il più grande appalto commerciale di missili mai realizzato – da varie società missilistiche, tra cui Blue Origin di Jeff Bezos, ULA e l’europea Arianespace.

NIKON
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP