amazon recensioni false facebook igizmo
playit

Amazon punta sulla telemedicina e si compra One Medical per l’ammontare di 3,9 miliardi di dollari. Dunque, il colosso e-commerce si appresta a rilevare il 100% della società quotata a Wall Street, mettendo in pista un’offerta di 18 dollari per azione. One Medical ha sede a San Francisco (California), vanta 188 ambulatori sparsi nella metà degli stati americani, offre un’ampia gamma di servizi di telemedicina e conta 767.000 membri iscritti alla piattaforma. Nel primo trimestre di quest’anno, OneMedical ha registrato una perdita netta di 90,9 milioni di dollari su un fatturato di 254,1 milioni nel primo trimestre. Amazon ha colto la ghiotta occasione lanciando la scalata. “Riteniamo che la sanità sia fra le esperienze che hanno bisogno di essere reinventate”, ha dichiarato Neil Lindsay, vice presidente di Amazon Health Services.

Amazon e la nuova frontiera della sanità

Quello della sanità (con tutte le sue declinazioni online e virtuali), è diventato un ambito attenzionato non solo da Amazon, ma da molte Big Tech. Non a caso stiamo parlando di un settore che vale ben 4.000 miliardi di dollari, e che registra un sensibile incremento anche in relazione dalla domanda di visite mediche virtuali. La sfida tuttavia non è facile e scontata, ma dalle parti di Seattle sembrano avere una visione più ampia: “Prenotare un appuntamento, aspettare settimane o addirittura mesi per essere visitati, prendersi una pausa dal lavoro, guidare in una clinica, trovare un parcheggio, aspettare in sala d’attesa e poi in sala d’esame per quelli che troppo spesso sono pochi minuti frettolosi con un medico, quindi fare un altro viaggio in farmacia: vediamo molte opportunità sia per migliorare la qualità dell’esperienza che per restituire alle persone tempo prezioso delle loro giornate”, ha concluso Neil Lindsay. Non è chiaro al momento se i servizi di One Medical saranno inclusi nell’abbonamento Prime che negli Stati Uniti costa 139 dollari all’anno.