NIKON
NIKON

AI Alliance: Meta coinvolge 50 aziende per la IA aperta e responsabile

Meta ha presentato AI Alliance, un gruppo di organizzazioni leader attive nel mercato, nel mondo delle startup, in quello accademico, nel campo della ricerca e nelle realtà istituzionali, che hanno scelto di unirsi per sostenere l’innovazione aperta e la scienza aperta nel settore dell’intelligenza artificiale (IA). AI Alliance è un’organizzazione orientata all’azione e di carattere spiccatamente internazionale, realizzata per creare opportunità ovunque attraverso una gamma diversificata di istituzioni che possono plasmare l’evoluzione dell’IA in modi che riflettono meglio le esigenze e la complessità delle diverse società.

AI Alliance è focalizzata sulla valorizzazione di una community aperta, e sul dare la possibilità a sviluppatori e ricercatori di accelerare l’innovazione responsabile nel campo dell’intelligenza artificiale, garantendo allo stesso tempo rigore scientifico, fiducia, sicurezza, diversità e competitività economica. Grazie all’unione di sviluppatori, scienziati, istituzioni accademiche, aziende e altri soggetti promotori di innovazione, Meta concentrerà risorse e conoscenze per analizzare i temi relativi alla sicurezza, fornendo al contempo una piattaforma per la condivisione e lo sviluppo di soluzioni adatte alle esigenze di ricercatori, sviluppatori e utenti di tutto il mondo.

Per farlo, AI Alliance intende avviare o potenziare progetti che rispondono ai seguenti obiettivi:

  • Sviluppare e distribuire parametri di riferimento e standard di valutazione, strumenti e altre risorse che consentano lo sviluppo e l’uso responsabile dei sistemi di IA su scala globale, compresa la creazione di un catalogo di strumenti di sicurezza, protezione e fiducia verificati.  Sostenere la promozione e l’abilitazione di questi strumenti presso la comunità degli sviluppatori per lo sviluppo di modelli e applicazioni.
  • Far progredire in modo responsabile l’ecosistema di foundation models aperti con diverse modalità, compresi i modelli scientifici, multilingue e multimodali altamente specializzati che possono aiutare ad affrontare le sfide della società in materia di clima, istruzione e altro.
  • Promuovere un vivace ecosistema di acceleratori hardware di IA, incentivando i contributi e l’adozione di tecnologie software abilitanti essenziali.
  • Sostenere lo sviluppo di competenze globali in materia di IA e la ricerca esplorativa. Coinvolgere la comunità accademica per sostenere ricercatori e studenti nell’apprendimento e nella partecipazione a progetti di ricerca su modelli e strumenti di IA essenziali.
  • Sviluppare contenuti e risorse educative per informare l’opinione pubblica e i policy maker su benefici, rischi, soluzioni e normative specifiche per l’IA.
  • Lanciare iniziative che incoraggino lo sviluppo aperto dell’IA in modo sicuro e vantaggioso e ospitare eventi per presentare case study dedicate all’IA, mostrando come i membri dell’AI Alliance stiano usando la tecnologia aperta nell’IA in modo responsabile e per un beneficio collettivo.

Per garantire che l’innovazione aperta nel settore dell’intelligenza artificiale sia vantaggiosa per tutti e che sia costruita in modo responsabile, l’AI Alliance è composta da un’ampia gamma di organizzazioni che prendono in considerazione trasversalmente l’IA nel settore dell’istruzione, della ricerca, dello sviluppo, della diffusione di questa nuova tecnologia e degli aspetti di governance. Ecco chi compone l’alleanza:

  • Gli ideatori degli strumenti che stabiliscono il benchmark nel campo dell’IA, le metriche di affidabilità e di certificazione, le best practice da seguire, e applicazioni come MLPerf, Hugging Face, LangChain, LlamaIndex, e toolkit di IA aperta per analizzare i livelli di comprensibilitàprivacyresistenza agli attacchi e congruità.
  • Le università e le organizzazioni scientifiche che educano e sostengono le generazioni di scienziati e ingegneri specializzati nell’IA e promuovono il progresso delle ricerche sull’IA attraverso la scienza aperta.
  • Gli ideatori di hardware e infrastrutture che supportano l’addestramento e l’utilizzo dell’IA, dalle GPU (Graphics Processing Unit – unità di elaborazione grafica) necessarie, agli acceleratori di IA personalizzati, fino alle piattaforme cloud.
  • Gli esperti dei framework che guidano software come PyTorch, Transformers, Diffusers, Kubernetes, Ray, Hugging Face Text generation inference e Parameter Efficient Fine Tuning.
  • I creatori di alcuni tra i modelli aperti più utilizzati ad oggi, tra cui Llama2, Stable Diffusion, StarCoder, Bloom e molti altri.

IBM e Meta sono orgogliose di presentare AI Alliance, formata da organizzazioni d’avanguardia attive nella industry, nelle realtà istituzionali e  nel campo accademico. I partner e i collaboratori includono:

  • A*STAR
  • Aitomatic
  • AMD
  • Anyscale
  • Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam
  • Cerebras
  • CERN
  • Cleveland Clinic
  • Dartmouth College
  • Dell Technologies
  • ETH Zurich
  • Fast.ai
  • FPT
  • Hebrew University
  • Hugging Face
  • IBM
  • Imperial College London
  • Indian Institute of Technology Bombay
  • Institute for Computer Science, Artificial Intelligence
  • Intel 
  • L’università Cornell
  • L’Università Yale
  • L’Università di Notre Dame
  • L’Università Urbana-Champagne dell’Illinois 
  • LangChain
  • Linux Foundation
  • LlamaIndex
  • L’Università di Tokyo
  • Mass Open Cloud Alliance, gestito dall’Università di Boston e di Harvard
  • Meta
  • MLCommons
  • Mohamed Bin Zayed University of Artificial Intelligence
  • National Aeronautics and Space Administration (NASA)
  • National Science Foundation
  • NumFOCUS
  • Oracle
  • Quansight
  • Red Hat
  • Rensselaer Polytechnic Institute (RPI)
  • Roadzen
  • Sakana AI
  • Scuola Politecnica Federale di Losanna
  • ServiceNow
  • Simons Foundation
  • Sony Group
  • Stability AI
  • Together AI
  • TU Munich
  • UC Berkeley’s College of Computing, Data Science, and Society
  • Università Keio 

Come funzionerà AI Alliance

AI Alliance prenderà il via con la formazione di gruppi di lavoro diretti da membri delle principali aree tematiche sopracitate. L’Alliance istituirà inoltre un consiglio direttivo e un comitato di supervisione tecnica dedicati all’avanzamento delle aree di progetto sopracitate, nonché alla definizione di standard e linee guida generali del progetto. Oltre a riunire i più importanti sviluppatori, scienziati, accademici, studenti e aziende leader nel campo dell’intelligenza artificiale, AI Alliance si propone di collaborare con importanti iniziative già esistenti promosse da realtà istituzionali, organizzazioni no-profit e della società che stanno svolgendo un lavoro prezioso e in linea con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale. Maggiori informazioni su AI Alliance qui.

Dichiarazione di Nick Clegg, Presidente degli Affari Globali di Meta: “Crediamo che l’intelligenza artificiale vada sviluppata secondo un approccio aperto: in questo modo, più persone potranno beneficiarne, sarà possibile sviluppare prodotti innovativi e lavorare sulla sicurezza dell’IA. AI Alliance riunisce ricercatori, sviluppatori e aziende per condividere strumenti e conoscenze che possano aiutare tutti a fare progressi, indipendentemente dal fatto che i modelli siano condivisi apertamente o meno. Siamo entusiasti di collaborare con i nostri partner per portare avanti lo sviluppo dell’IA e aiutare tutti a costruire in modo responsabile”.

Per commentare questo articolo e altri contenuti di igizmo.it, visita la nostra pagina Facebook o il nostro feed Twitter.

Articolo correlato
Autore correlato