NIKON
PANTHEK

Adobe rinnova Firefly: la IA generativa in Photoshop è più semplice

Adobe sta aggiungendo alcuni nuovi strumenti di intelligenza artificiale (IA) generativa in Photoshop con l’obiettivo di offrire agli utenti ulteriori modi per gestire, migliorare e controllare i progetti che generano. Questi nuovi strumenti sono affidati al nuovo modello base Firefly Image 3 di Adobe e sono fin da subito disponibili dall’applicazione di foto editing ma in versione beta. Saranno disponibili nell’app ufficiale “entro la fine dell’anno” secondo quanto comunicato da Adobe. Lo strumento più notevole è Reference Image, che utilizza immagini caricate dagli utenti per ispirare l’output generato dall’intelligenza artificiale di Adobe, abbinando elementi simili in stile e colore. Per esempio, invece di modificare ripetutamente una descrizione immediata come “un camion vintage blu con decalcomanie floreali”, gli utenti possono invece fornire un’immagine di riferimento che Photoshop utilizzerà come guida.

“Suggerire è una seccatura” – ha detto Ely Greenfield, responsabile della tecnologia per i media digitali di Adobe – “Perché passare un’ora cercando di creare un messaggio di tre paragrafi se hai un’immagine che hai creato che è esattamente ciò a cui vuoi fare riferimento? Qui vale il detto ‘un’immagine vale più di mille parole’”. In fondo, ci si aspetta che gli utenti abbiano il diritto di utilizzare le immagini a cui desiderano fare riferimento mentre lavorano in Adobe Photoshop con Firefly. Greenfield ha precisato che un messaggio contrassegnerà questo requisito di proprietà quando lo strumento verrà utilizzato per la prima volta e che la società sta lavorando su un tag universale “non addestrare” per la Content Authenticity Initiative di Adobe al fine di bloccare anche l’utilizzo delle immagini come riferimento. Le immagini caricate come materiale di riferimento non verranno utilizzate per addestrare Firefly. Nonostante la responsabilità della proprietà venga attribuita agli utenti, Adobe afferma che questo nuovo strumento di riferimento è ancora “sicuro per l’uso commerciale”. Uno dei vantaggi più notevoli sottolineati da Adobe consiste nel fatto che Firefly si comporti con “rispetto” nei confronti dei modelli di intelligenza artificiale generativa rivali.

Una gif che mostra il nuovo strumento Immagine di riferimento di Adobe in Photoshop.

Ulteriori strumenti di intelligenza artificiale generativa disponibili nell’app beta di Photoshop includono Genera sfondo, che sostituisce e crea nuove immagini di sfondo per cose come la fotografia di prodotti, e Migliora dettagli, che aumenta la chiarezza e rende le immagini più nitide.

Una gif che mostra il nuovo strumento Genera sfondo di Adobe in Photoshop.

È disponibile anche Genera simile, che utilizza una delle tre immagini generate dagli strumenti Firefly di Photoshop come riferimento per produrre contenuti dall’aspetto simile, mentre Genera immagine consente agli utenti di iniziare con una pagina vuota di generare un’immagine intera da una descrizione testuale per la prima volta. tempo.

Una gif che mostra il nuovo strumento Genera simile di Adobe in Photoshop.

Il modello Firefly di terza generazione di Adobe, che ha capacità di generazione di immagini di qualità superiore rispetto al suo predecessore, è disponibile anche in una beta pubblica e globale che chiunque può provare al di fuori di Photoshop tramite l’applicazione web Firefly. Adobe afferma che il suo più recente modello IA Firefly offre “qualità fotorealistica come mai prima d’ora con illuminazione, posizionamento e attenzione ai dettagli migliori”. Firefly Image 3 è più capace del precedente modello Firefly nel comprendere istruzioni di testo lunghe e descrittive e può produrre testo più chiaro nelle immagini che genera.

Una gif che mostra il nuovo pennello di regolazione in Adobe Photoshop.

Oltre all’intelligenza artificiale generativa, Adobe sta aggiungendo a Photoshop anche alcuni nuovi strumenti standard che possono accelerare i processi creativi. Questi includono un pennello di regolazione che consente agli utenti di Photoshop di apportare modifiche non distruttive, come le regolazioni del colore, a sezioni specifiche di un’immagine. Sono inoltre disponibili nuove impostazioni predefinite di regolazione che possono modificare rapidamente un’immagine utilizzando i filtri e un browser dei caratteri migliorato che offre agli utenti accesso in tempo reale agli oltre 25.000 caratteri nel cloud di Adobe senza uscire dall’applicazione Photoshop.

PANTHEK
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC