playit

Non si vive di soli sequel. Activision Blizzard cerca di svoltare e virare. Per quanto i suoi franchise storici e/o brand consolidati – da Call of Duty a Overwatch, senza ovviamente dimenticare Crash, Spyro, World of Warcraft e Diablo – garantiscano sempre introiti rilevanti, c’è bisogno di rimpolpare le fila. Il colosso statunitense sta attraversando una fase molto delicata e complicata in termini di situazione aziendale. I clamorosi casi di molestie sessuali per anni rimossi o tacitati hanno prodotto problemi e scossoni. Gli azionisti stessi hanno fatto causa a chi ha gestito l’azienda. E ancora: alcuni sponsor di eventi importanti, come nel caso della Overwatch League.

Activision Blizzard e le promesse sui franchise

Il recente incontro con gli investitori, dunque, aveva bisogno che sul tavolo venissero calate carte pesanti. Ed è stato il coo Daniel Alegre a snocciolare qualche indicazione. E lo ha fatto rimarcando che i prossimi quattro mesi saranno ad elevata intensità con il lancio dei top title per la stagione natalizia, ma ancor più in prospettiva 2022. Activision Blizzard pensa a nuove esperienze da offrire all’interno di franchise quali Call of Duty e World of Warcraft. Così come nel corso dell’anno che verrà vedranno la luce e saranno collocati sul mercato nuovi giochi per piattaforma Pc, console e mobile per l’etichetta Blizzard. Una strategia che in tal senso punta a un ampliamento del raggio operativo a beneficio del catalogo. 

Le nuove Ip in agenda

Quanto alle nuove Ip Activision Blizzard sa che servono impulsi nuovi. Il settore del business legato al digitale viaggia con ritmo spedito. Il colosso statunitense del publishing è stato tra i primi a virare su questo versante. La pubblicazione di titoli legati al mondo mobile inoltre (leggi alla voce Warzone con la stagione 5 che arriverà il 12 agosto) sta fungendo da trino ideale anche in termini di awareness. Ma quel che serve è roba fresca, come si dice in gergo. Serve prodotto videogioco, meglio se innovativo, ancor più se nuovo. Con tutti i rischi che la cosa comporta. Le produzioni attese stanno viaggiando a ritmo regolare rispetto alla tabella di marcia assicura l’headquarter. L’agenda include Overwatch 2, Diablo Immortal, nuovi contenuti per World of Warcrafft Classic, Diablo 4, una nuova proprietà intellettuale fino a un nuovo sparatutto base multiplayer.